Differenza tra scopa elettrica e aspirapolvere

Qual è precisamente la differenza tra scopa elettrica e aspirapolvere? Questi due strumenti per le pulizie domestiche sono accomunati dal fatto di essere entrambi molto utili, ma si differenziano soprattutto per le loro funzionalità e per il loro tempo di utilizzo. Detto questo, non è affatto necessario scegliere se acquistare l’uno o l’altro, perchè una scopa elettrica e un aspirapolvere possono essere anche complementari. Vediamo quindi in cosa consiste la loro diversità e scopriamo anche altri modelli di aspiratori.

Le principali differenze tra scopa elettrica e aspirapolvere

La differenza tra scopa elettrica e aspirapolvere risiede soprattutto nei modi e nei tempi con i quali vengono usati questi dispositivi.

Riguardo ai modi, come dice chiaramente il suo nome, una scopa elettrica serve principalmente per pulire pavimenti, parquet e impiantiti. Un aspirapolvere, invece, è un dispositivo tendenzialmente più completo che può essere adoperato anche per togliere polvere e sporco da materassi, poltrone, tendaggi, mobilia e da qualsiasi altra superficie orizzontale e verticale.

Per quanto concerne i tempi, la scopa elettrica è un elettrodomestico che viene usato anche tutti i giorni, mentre l’aspirapolvere viene utilizzato soprattutto nel fine settimana o quando c’è bisogno di fare una pulizia più approfondita della casa.

Cosa è meglio adoperare quindi? Premesso che non è assolutamente necessario compiere una scelta, ma che entrambi i dispositivi possono tranquillamente “coesistere”, per un appartamento piccolo può essere più sensato affidarsi alla tecnologia di una scopa elettrica, mentre per ambienti più grandi è sicuramente più consigliabile affidarsi alla maggiore potenza offerta da un aspirapolvere.

Robot aspirapolvere: un buon compromesso

C’è poi un altro dispositivo che potrebbe rappresentare un buon compromesso tra l’utilizzo della scopa elettrica e dell’aspirapolvere.

Si tratta del robot aspirapolvere, uno strumento utile, pratico, comodo che sta prendendo sempre più campo nelle case e negli appartamenti del Belpaese.

Il crescente successo dei robottini aspiratori è da attribuire al fatto che questi dispositivi compiono un’ottima pulizia e, fattore molto importante, fanno risparmiare un sacco di tempo.

Al contrario di una scopa elettrica o di un aspirapolvere, infatti, un robot aspirapolvere non ha bisogno di essere manovrato, ma opera da solo andando a snidare polvere e sporco entro i limiti imposti dal muro virtuale. Quando lo strumento sta per scaricarsi torna alla base di ricarica e una volta fatto il pieno di energia riparte da dove aveva interrotto.

Magari, come funzionalità un dispositivo di questo tipo è più simile ad una scopa elettrica perchè opera essenzialmente sulle superfici orizzontali quali pavimenti e impiantiti.

Concludiamo questa carrellata di elettrodomestici aspiratori con il cosiddetto aspirabriciole, uno strumento di media potenza che può tornare utile soprattutto per la pulizia di tavole, tinelli, auto e vetture.

Ora che hai scoperto qual è la differenza tra scopa elettrica e aspirapolvere approfondisci l’argomento con altre utili nozioni.

Scopri, ad esempio, come è fatto un aspiratore ciclonico e come può essere comoda una bella scopa elettrica senza fili.

Scrivi una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.