Il miglior letto a scomparsa del 2021

L’acquisto di un letto a scomparsa è sempre un’ottima soluzione per guadagnare spazio e per pulire la camera nel migliore dei modi.

Una volta riposto o richiuso, infatti, questo letto libera una porzione di superficie calpestabile che può essere pulita adeguatamente e poi impiegata per varie attività.

Per le loro caratteristiche i letti a scomparsa vengono definiti anche letti salvaspazio, pieghevoli, estraibili ed anche letti multifunzione o trasformabili qualora possano venire trasformati in altri tipi di arredi quali divani e poltrone.

Quantomai ideale per le cameretta dei ragazzi, questa tipologia di letto può risultare molto utile anche in una camera doppia. Ormai da alcuni anni, infatti, sono in commercio dei letti matrimoniali a scomparsa verticale che permettono di realizzare un’importante ottimizzazione dello spazio.

Tra i tanti esempi possibili, quest’ultima soluzione è spesso adottata da sarte, costumiste, creative e hobbisti che durante il giorno trasformano la loro stanza in uno studio per i loro lavori.

SOMMARIO

Fattori importanti per la scelta del miglior letto a scomparsa

Per scegliere il miglior letto a scomparsa per le proprie esigenze è necessario ponderare bene alcuni fattori.

Innanzitutto è indispensabile considerare in quale spazio sarà collocato questo complemento di arredo; fatto questo, dobbiamo considerare se oltre al letto potremmo aver anche bisogno di un mobile integrato, quale ad esempio un armadio o una scrivania.

Misure

La misura di un letto a scomparsa coincide grosso modo con la grandezza del materasso dal quale è occupato.

In questa sede ricordiamo quindi che le misure indicative dei materassi sono le seguenti:

  • Matrimoniale: 160/180 x 190/200 cm.
  • Una piazza e mezza (o francese): 140 x 190/200 cm.
  • Singolo: 120 x 190/200 cm.

Ovviamente, la considerazione di tali misure serve soprattutto a stimare la porzione di superficie che andrà ad occupare il letto una volta aperto.

Una volta chiuso, riposto o trasformato, invece, il letto non occupa nessun spazio se non quello necessario a diventare parte integrante di un altro arredo.

Un letto a scomparsa infatti può fare parte di un armadio, di una scrivania, di un tavolo, di una parete attrezzata, ma può anche trasformarsi in un divano o in una poltrona.

Da questi tipi di mobili il letto a scomparsa può venire aperto con un tipo di ribaltamento verticale od orizzontale. In particolare, il letto a scomparsa orizzontale viene aperto dal lato corto del letto, mentre il letto a scomparsa verticale si palesa dall’alto verso il basso, ovvero dal lato più lungo.

Per ragioni di praticità, per un letto a castello a scomparsa il ribaltamento è spesso di tipo orizzontale, sebbene non manchino anche modelli ribaltabili verticalmente.

Materiale e Stile

Un altro fattore molto importante da considerare in fase di acquisto un letto a scomparsa è anche la combinazione di materiali utilizzati per la produzione delle parti che lo compongono.

In altre parole dobbiamo considerare sia la qualità della struttura portante del letto che la fattura qualitativa delle sue reti a doghe.

Un letto a scomparsa può essere composto interamente di legno, può avere la struttura portante composta di metallo e le doghe in legno, oppure può essere formato da altre combinazioni di materiali in grado di garantire robustezza, affidabilità e sicurezza.

Riguardo allo stile, un letto a castello a scomparsa è quasi sempre concepito in stile moderno. Anche i letti salvaspazio singoli e matrimoniali, comunque, sono spesso realizzati senza troppi abbellimenti stilistici e quindi risultano molto spesso di allure moderno.

D’altronde, essendo destinato a venire celato per buona parte della giornata, un letto a scomparsa si distingue sicuramente più per la sua funzionalità che per il suo stile; tuttavia, quando viene estratto è quantomeno importante che risulti di aspetto piacevole.

Utilità

Riguardo alla potenziale utilità dei letti a scomparsa in una casa, diciamo che dei pianali di questo tipo possono venire acquistati per varie necessità.

Un letto singolo a scomparsa, ad esempio, può essere acquistato quando inizia ad esserci la necessità di mettere un altro letto in una cameretta piccola.

Ciò di solito avviene quando un bimbo piccolo che ha sempre riposato nella camera dei genitori inizia ad andare a dormire con il fratello più grande in una cameretta non troppo spaziosa. Oltre a questa eventualità, un letto singolo richiudibile può sempre fare comodo in caso di visite da parte di cuginetti e amici dei figli.

In una camera matrimoniale, invece, un doppio letto estraibile a scomparsa può fare all’uopo di tutte quelle persone che durante il giorno hanno la necessità di utilizzare la camera da letto quale spazio di lavoro o quale ambiente per praticare i loro hobby.

E’ questo l’esempio tipico di chi svolge lavori manuali, mansioni artistiche o si cimenta in passatempo creativi quali il modellismo e la pittura.

Quale che sia la necessità, avere un letto a scomparsa in casa può sempre fare comodo e ci dà la garanzia di non farci trovare impreparati in caso di eventuali visite a sorpresa da parte di parenti e conoscenti.

Scrivi una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *