Un bel letto contenitore arreda con stile e risolve i problemi di spazio di una stanza.

La riprova dell’utilità di questo componente d’arredo è data dal fatto che negli ultimi anni ha riscosso un crescente gradimento e ne sono stati ideati modelli sempre nuovi.

L’acquisto di un letto matrimoniale contenitore o di un letto singolo con contenitore può soddisfare tante esigenze familiari e rappresenta un’ottima alternativa all’acquisto di letti a scomparsa o di letti a castello.

Andiamo quindi a conoscere alcune informazioni per creare un funnel che ci possa portare all’individuazione del miglior letto contenitore per le nostre esigenze.

SOMMARIO

Fattori importanti per la scelta del miglior letto contenitore

Stile e praticità: un letto con contenitore si distingue per questi due pregi che a loro volta possono dipendere da alcuni fattori.

I più importanti sono le misure del giaciglio, la sua struttura, il materiale con cui è realizzato e lo spazio del contenitore.

Misure

Riguardo alle misure, un letto contenitore può essere singolo, matrimoniale e anche ad una piazza e mezza.

Le grandezze standard dei modelli sopra citati sono 80×190 cm. per i letti singoli, 140X190 cm. per quelli a una piazza e mezza e di 180×200 cm. per giacigli matrimoniali.

Parliamo di misure standardizzate perchè in verità un letto singolo può arrivare anche a misurare 90×190 cm., un modello a una piazza e mezza 140×200 così come un letto matrimoniale 190×200 cm.

Ovviamente tali misure sono applicabili solo ai modelli tradizionali perchè ci sono delle tipologie di letti contenitori di design che hanno una forma circolare o anche più fantasiosa.

Sempre a proposito di dimensioni, un modello di poco ingombro può essere rappresentata da un letto contenitore senza testata. Di norma quelli senza testata sono sommier in legno, ma a questo punto è importante considerare anche lo spazio di archiviazione.

Spazio di archiviazione

La grandezza totale di un letto contenitore dipende molto dalla sua tipologia; a tale proposito, infatti, ricordiamo che i letti con contenitore possono essere di due tipologie principali:

  • Sommier, ovvero con spazio inferiore accessibile tramite sollevamento del materasso.
  • Con cassetti, ovvero con cassetti estraibili dai lati della struttura.

Di norma, per un letto matrimoniale contenitore è preferita la tipologia sommier, con sollevamento a 45° o parallelo al pavimento, mentre la tipologia a cassetti si presta meglio ai letti contenitori per ragazzi.

Questo è dovuto al fatto che sotto a un letto contenitore matrimoniale di solito vengono sistemati articoli da tirare fuori periodicamente, come ad esempio lenzuola, trapunte e coperte; i cassetti dei letti contenitori per ragazzi, invece, spesso contengono articoli di uso quotidiano quali abbigliamento sportivo, giochi e oggettistica varia.

Espresso in litri, lo spazio di archiviazione di un buon letto contenitore matrimoniale oscilla tra i 600 e gli 800 litri, di un letto a una piazza e mezza tra i 450 e i 600 litri e di un modello singolo tra i 300 e i 450 litri. Queste comunque sono misure orientative perchè la capacità contenitiva di un letto contenitore dipende molto anche dalla sua altezza.

Struttura

Per quanto concerne la struttura, per l’acquisto di quello che potrebbe essere il miglior letto contenitore per le nostre esigenze vanno valutati il giroletto, le doghe, il materasso e i pistoni.

Il cosiddetto giroletto è la struttura del letto che circoscrive il materasso, che cela il contenitore e che può eventualmente comprendere una testiera, più o meno imbottita.

La presenza di una testiera imbottita, in design classico, a rombi o capitonnè, permette agli occupanti di stare comodi anche seduti e conferisce una certa eleganza al componente di arredo. Il materiale di rivestimento della testiera può essere in ecopelle ed è anche possibile acquistare un letto contenitore in tessuto sfoderabile.

Per la rete è consigliato optare per una rete a doghe in legno di tipo ortopedico, meglio ancora se con barra centrale rinforzante.

Per il materasso, qualora sia presente, il consiglio è quello scegliere un letto contenitore completo di materasso memory. Qualora non sia presente, invece, la soluzione migliore è quella di acquistare un materasso in memory in separata sede.

I pistoni del letto contenitore, infine, consistono spesso di molle a gas che permettono un semplice sollevamento del materasso in senso diagonale o in modo parallelo rispetto al pavimento. Se e quando si rompono, i pistoni possono essere ricomprati a buon prezzo nei principali store online o in un negozio di materassi.

Materiale

Riguardo ai materiali, un letto con contenitore è principalmente realizzato in legno o in ferro battuto.

Sicuramente, un letto contenitore in legno suggerisce un maggior senso di calore e di familiarità rispetto a un analogo modello in metallo. I legni più usati sono noce, ciliegio, rovere, ma anche l’olmo e il frassino si lasciano molto apprezzare per le loro trame naturali.

Un letto contenitore in ferro battuto, invece, di solito presenta testiera, pediera e struttura in metallo e contenitore in legno, oppure solo la testiera in ferro battuto e il giroletto in legno.

Passando ai colori, un bel letto contenitore bianco fa sempre la sua bella figura e suggerisce immediate sensazioni di charme, ordine e pulizia. I letti con contenitore, comunque, sono realizzati in varie tonalità per intercettare qualsiasi gusto e per soddisfare qualunque desiderio.

Scrivi una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *