Il miglior deumidificatore del 2021

Il migliore

In offertaBestseller No. 1 De'Longhi DEX212F Tasciugo AriaDry Deumidificatore...

Rapporto Qualità/Prezzo

L’Economico

Cerchiamo di orientarci nella scelta del miglior deumidificatore per eliminare l’umidità in eccesso e rendere i nostri ambienti più salubri e vivibili.

Un dispositivo del genere, fisso o portatile, è di grande utilità perché contrasta l’insorgenza di muffa, marciture, cattivi odori e nel corso della bella stagione, abbassando la quantità di umidità presente nell’aria, contribuisce a farci percepire meno calore.

Conosciamo quindi le principali tipologie di deumidificatori e scopriamo quando è il caso di acquistare un deumidificatore fisso o un deumidificatore portatile.

5 fattori da considerare per la scelta del miglior deumidificatore

Come scegliere un buon deumidificatore? Per fare una selezione sensata e accurata è opportuno valutare almeno i 5 fattori seguenti.

Considerando questi 5 parametri ognuno capirà se per la propria casa sia più logico acquistare un deumidificatore piccolo o un deumidificatore per grandi ambienti.

Tipologia

Riguardo al posizionamento che vanno ad occupare in casa, o in un dato ambiente, i deumidificatori elettrici possono essere fissi o portatili.

Il deumidificatore fisso, conosciuto anche come deumidificatore da parete, viene fissato in una posizione stabilita e da lì provvede a risucchiare l’umidità in eccesso. Il deumidificatore portatile, invece, non viene fissato in nessuna posizione specifica e può essere facilmente spostato da un vano all’altro.

Da questa distinzione possiamo quindi desumere che un deumidificatore fisso può essere più adatto per eliminare l’umidità concentrata in un vano o in una zona specifica, mentre il deumidificatore portatile può essere la soluzione migliore quando l’umidità è diffusa in più vani o in più aree.

Generalmente, sebbene siano più rumorosi, i deumidificatori fissi sono più efficaci dei dispositivi portatili, ma quando la quantità di umidità non è eccessiva anche l’acquisto di un deumidificatore trasportabile può essere una buona scelta per rendere la casa più salubre.

Riguardo alla modalità di deumidificazione dell’aria, poi, un deumidificatore elettrico può essere di due tipologie principali: a condensazione o a essiccazione.

Il deumidificatore a condensazione, o meccanico-refrigerativo, basa il suo funzionamento sul fatto che il vapore acqueo, per il principio fisico della condensazione, torna allo stato liquido dopo essere entrato a contatto con una superficie fredda. In un dispositivo del genere un’apposita ventola guida il vapore verso una serpentina refrigerata per fare in modo che si condensi in acqua e che termini in un serbatoio.

I deumidificatori meccanico-refrigerativi hanno un prezzo che può oscillare dagli 80 ai 500 Euro, sebbene i modelli più comuni si attestino in un range compreso tra i 160 e i 260 Euro.

Il deumidificatore a essiccazione, o passivo, invece, basa il suo funzionamento sul principio fisico dell’adsorbimento. In questo caso quindi il vapore acqueo termina all’interno dell’apparecchio e viene assorbito da un materiale spugnoso che può consistere in gel di silice o zeolite.

I deumidificatori passivi sono dispositivi piuttosto semplici che possono costare anche poche decine di Euro e che possono risultare soprattutto utili quando c’è poca umidità.

Se in una casa, ad esempio, non sono già presenti segnali di umidità eccessiva quali macchie, muffa o strani odori, l’acquisto di un deumidificatore elettrico essiccativo potrebbe essere la soluzione migliore.

Esclusi i deumidificatori elettrici, un’altra tipologia di dispositivi elimina-umidità è rappresentata dai deumidificatori naturali. Un deumidificatore naturale, anche conosciuto come deumidificatore a sali, è sicuramente il miglior deumidificatore portatile silenzioso che possa esserci.

Scherzi a parte, non essendo elettrico un articolo del genere non emette nessun suono anche perché consiste di un semplice contenitore di sali con capacità assorbente. Un comune deumidificatore a sali può risultare soprattutto utile per ambienti di piccole dimensioni quali il bagno, l’automobile, l’armadio, il ripostiglio, o può avere il suo impiego d’elezione in qualità di deumidificatore per cantina.

Capacità di deumidificazione

La capacità di deumidificazione consiste nella quantità di acqua (espressa in litri) che un deumidificatore è capace di catturare dall’aria nell’arco di tempo di un giorno.

Ovviamente la capacità di deumidificatore sarà diversa per i vari modelli di deumificatori. Per i deumidificatori ad essiccazione, ad esempio, tale valore oscilla dai 6 agli 8 litri al giorno, mentre per i dispositivi a condensazione tale capacità, a seconda della grandezza degli apparecchi, oscilla tra i 6 e i 14 litri al giorno.

Naturalmente, più alto è il livello di umidità presente nell’aria e maggiore sarà l’esigenza di doversi munire di un apparecchio con alta capacità di deumidificazione. In questo caso, chiaramente, la scelta dovrà cadere su dispositivi di fascia medio-alta.

Un fattore correlato alla capacità di deumidificazione dell’aria è il ricambio d’aria, detto anche portata, ovvero il volume d’aria incamerata dal dispositivo in metri cubi all’ora. Sebbene non sia sempre specificato dalle aziende produttrici, conoscere questo dato è importante per sapere quanto tempo servirà all’apparecchio per effettuare un ricambio completo dell’aria in un determinato vano.

Funzioni

I modelli più comuni di deumidificatori si distinguono per la loro facilità di utilizzo e questa considerazione è utile per capire che non dispongono di troppe funzioni.

I deumidificatori più costosi, magari, oltre a eliminare l’umidità dell’aria sono strutturati per velocizzare l’asciugatura del bucato e per compiere un’efficace ionizzazione dell’aria.

Riguardo alle impostazioni principali, in un buon deumidificatore per la casa è possibile impostare il blocco della tastiera, l’autospegnimento e selezionare i livelli di deumidificazione.

Potenza e consumi

Quanta energia consuma e quanta potenza esprime un deumidificatore? Consuma meno un deumidificatore o un condizionatore con funzione di deumidificazione?

Iniziamo col dire che il wattaggio dei deumidificatori più comuni oscilla tra i 100 W e i 600 W. Oltre questo limite la scelta inizia a cadere su un modello di deumidificatore professionale.

Per quanto concerne i consumi, rispetto ad altri elettrodomestici quali ad esempio gli stessi condizionatori d’aria, un deumidificatore non è un dispositivo energivoro e quindi non richiede grandi consumi di energia.

Tra l’altro, non è nè necessario e nè consigliato che l’apparecchio rimanga acceso tutto il giorno. Magari, la prima volta che viene messo in funzione potrebbe avere senso lasciarlo acceso per un periodo di tempo più lungo, per eliminare subito un buon quantitativo di umidità, ma poi potrebbe bastare lasciarlo acceso solo alcune ore o in base all’umidità presente.

Per calcolare con precisione numerica i consumi di un deumidificatore può risultare utile acquistare un wattmetro o sapere, ad esempio, che una normale sessione di 3 ore di un dispositivo di 300 W porta al consumo di 0,9 kWh.

Rumorosità e altri fattori

Chi è in cerca di un deumidificatore silenzioso deve sapere che i deumidificatori a condensazione sono più rumorosi: un dispositivo meccanico-refrigerativo emette sempre almeno 40 decibel, mentre i deumidificatori a essicazione sono più silenziosi.

Conoscere il livello di rumorosità di un deumidificatore è indispensabile quando sappiamo che l’apparecchio dovrà restare acceso per molte ore al giorno. Per un’accensione prolungata, infatti, l’ideale è che il dispositivo risulti acusticamente accettabile.

Parlando di marche, i migliori deumidificatori sono di marca Ariston, Argo, De Longhi e Mitsubishi. Chiaramente un modello di deumidificatore Ariston ha peculiarità e caratteristiche diverse da un deumidificatore Argo e dai deumidificatori De Longhi o Mitsubishi, ma tutti questi modelli sono accomunati dal garantire un’eccellente abbassamento del tasso di umidità in qualsiasi ambiente.

Per stabilire quale possa essere il miglior deumidificatore per le nostre esigenze, infine, dobbiamo conoscere i prezzi, oltre che le offerte e le promozioni praticate sui vari dispositivi.

Per scoprire subito quali sono le occasioni speciali del momento guarda gli ottimi modelli presenti su questa pagina!

Scrivi una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *