Il miglior ventilatore a colonna del 2021

Un ventilatore a colonna è uno strumento per la refrigerazione dalla forma innovativa adatto a chi preferisce evitare il clima troppo innaturale creato dai comuni condizionatori.

Anche detto a torre, questo tipo di ventilatore ha consumi più bassi rispetto ad elettrodomestici più potenti e costosi, ma riesce comunque a raggiungere livelli tecnologici anche molto avanzati.

Per scegliere correttamente uno di questi strumenti, e godersi immediatamente il fresco anche in estate, bastano poche mosse ben pensate.

Scegliere il ventilatore a torre migliore: 5 fattori essenziali

Anche se dal punto di vista strutturale, questo tipo di complemento d’arredo è più semplice rispetto ad un condizionatore, non si può fare una scelta ad occhi chiusi senza andare ad analizzare i fattori caratteristici di un buon ventilatore.

Questi sono molteplici, anche se si possono dividere in 5 macro-gruppi: struttura, funzionamento, funzioni di base ed opzionali e praticità.

Struttura

ventilatore a colonna laterale

In passato la maggior parte dei ventilatori aveva la classica forma tondeggiante, con una ventola a girandola interna circondata da una gabbia metallica.

Oggi le cose sono cambiate moltissimo: sono nati nuovi tipi di apparecchi per rinfrescare la stanza fra i quali il più amato dell’ultimo periodo è il ventilatore a colonna.

Questo elettrodomestico ha una forma allungata, di solito cilindrica o a mezzo cilindro, che può raggiungere altezze più o meno elevate.

Un ventilatore grande può raggiungere anche un’altezza di un metro e mezzo. Uno piccolo invece può addirittura essere tenuto comodamente sopra un tavolino, senza ingombro eccessivo.

Il bello dei ventilatori a torre è che, avendo una base ristrettissima, che non si allarga in cima, occupano uno spazio irrisorio.

Naturalmente le dimensioni sono bilanciate alla potenza. Più grande è l’oggetto, più velocità e funzioni avrà.

Meccanismo di funzionamento

Esistono principalmente due categorie di ventilatore elettrico di questo tipo, arricchiti a volte da una funzione deumidificante.

Queste due tipologie sono quella con funzionamento a ventola e quella a cilindro rotante.

Il meccanismo a ventola è noto a tutti. Tendenzialmente sposta l’aria calda rinfrescandola grazie allo spostamento.

Il cilindro rotante invece è un tipo di motore più moderno, che non espelle aria, ma la risucchia prima. Questo spostamento verso l’interno permette poi di rilasciare vento freddo.

Entrambe le tipologie sono valide, anche se la seconda, essendo più moderna, è un po’ più efficiente dal punto di vista energetico e di solito viene installata su modelli più nuovi e completi.

ventilatore a colonna cilindro rotante

Funzioni di base

Una cosa è certa, qualsiasi tipo di ventilatore ha un compito ben preciso: rinfrescare l’aria in modo efficiente.

Ma il come lo fa è importante. In un oggetto di questo tipo ci sono delle piccole funzioni che non possono mancare.

La prima è la possibilità di regolare la velocità della ventola o del cilindro rotante, in modo da adattare la refrigerazione alla reale sensazione di caldo.

Un’altra funzionalità di base è la possibile regolazione della rotazione. Il ventilatore colonna può in alcuni casi ruotare completamente su se stesso, dirigendo il proprio getto per tutta la stanza.

Ciò è vantaggioso per evitare di indirizzare il vento freddo solo sulle persone, riducendo quindi il rischio di una frescata.

Funzioni opzionali

I nuovi ventilatori a colonna non hanno solo le funzionalità di base, ma a volte forniscono altri servizi.

Esiste ad esempio il deumidificatore a colonna, installato direttamente nel ventilatore, capace di modificare anche il livello di umidità dell’aria.

Un altro tipo di elettrodomestico in questa categoria è il ventilatore nebulizzatore, che grazie ad un piccolo meccanismo ad acqua è capace anche di rilasciare vapore freddo, contro i caldi più torridi.

I ventilatori più moderni di solito permettono anche di programmare accensione e spegnimento, riducendo moltissimo i consumi.

Praticità

ventilatore a colonna display

Se è difficile da utilizzare sicuramente non è il miglior ventilatore a colonna in circolazione. E’ un assunto da seguire assolutamente semplice e davvero utile.

Sia che si parli di piccoli ventilatori che di grandi, i comandi devono essere sempre ben leggibili e comprensibili.

Gli elettrodomestici più moderni hanno display LED o touch e spesso si trovano in in circolazione nuovi modelli di ventilatore con telecomando e collegamento wi-fi mobile.

Fra gli elementi di praticità c’è anche la rumorosità. I ventilatori silenziosi hanno una rumorosità che si aggira attorno ai 50 dB, che permette di azionare l’oggetto anche di notte, quando la canicola non dà tregua neanche nelle ore buie.

Naturalmente, spendendo di più si ha anche la certezza di avere molti di questi plus, anche se comunque l’acquisto di un ventilatore economico non comporta per forza la riduzione del livello qualitativo totale.

Scrivi una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *