Per la pulizia di imprese, attività commerciali, cantieri edili e locali di grandi dimensioni è necessario utilizzare un aspirapolvere industriale, detto anche aspirapolvere professionale o bidone aspiratutto.

Gli aspirapolvere industriali, infatti, sono apparecchi che si distinguono per una grande potenza aspirante, per una notevole capacità contenitiva e per delle funzionalità che li rendono ideali per l’igiene di spazi frequentati da molte persone.

A questo punto la domanda è d’obbligo: Qual è il miglior aspirapolvere industriale dell anno?

In vendita ci sono dei modelli che hanno delle ottime caratteristiche e che peraltro sono acquistabili anche a dei prezzi molto abbordabili.

L’importante semmai, prima dell’acquisto, è valutare la presenza e la qualità di alcuni fattori che possono aiutarci a fare la scelta più giusta.

SOMMARIO

Aspirapolvere Industriale: quali sono i modelli migliori?

Andiamo a fare una selezione delle caratteristiche principali che devono avere i migliori modelli di aspirapolvere industriale.

Cerchiamo quindi di saperne più sulle dimensioni dell’apparecchio, sulla sua rumorosità, sulla sua potenza e su altri elementi da considerare per fare un buon acquisto.

Struttura

Iniziamo subito col dire che un aspirapolvere professionale trova il suo impiego d’elezione in imprese, fabbriche, ditte e attività commerciali; tuttavia, in alcuni casi, l’uso dell’apparecchio può risultare utile anche per la pulizia di spazi domestici, specie se questi sono abitati da molte persone o se consistono di ville e palazzi.

In linea generale, comunque, un aspirapolvere industriale viene usato sopratutto in ambiti lavorativi, ospedali, spazi pubblici, aree ad alta densità umana e quindi è chiaro che debba avere una struttura adeguata, un’efficace potenza di aspirazione e che possibilmente non sia troppo rumoroso.

Riguardo alla forza di aspirazione, sebbene i modelli più potenti possano arrivare a esprimere anche una potenza di 3000 Watt, la maggior parte degli aspirapolvere industriali hanno una potenza aspirante che oscilla tra i 1000 e i 2400 Watt. Oltre ai watt, la potenza aspirante può essere descritta in mbar e in L/sec.

In caso di rottura del motore è possibile acquistare un motorino di ricambio a un prezzo che va dai 50 ai 110 Euro. In ogni modo, molti tipi di bidoni aspiratutto vengono venduti con una garanzia che copre un buon intervallo di tempo, di norma compreso tra 24 e 36 mesi.

La lunghezza del cavo invece varia da un minimo di 4 metri a un massimo di 10 metri. In questo caso, l’eccezione è rappresentata da aspiratori il cui cavo può arrivare a misurare anche 12/13 metri.

Per quanto concerne la rumorosità, invece, i migliori modelli di aspirapolvere hanno una sonorità compresa tra i 60 e gli 80 decibel. Oltre questo limite un apparecchio potrà avere tante ottime qualità, ma tra queste non ci sarà sicuramente la silenziosità.

Funzioni

Un buon aspirapolvere industriale deve poter compiere almeno 2 funzioni principali: quella di aspirare polveri e detriti asciutti e quella di incamerare liquidi.

A queste due funzioni di asciutto e bagnato, vari modelli aggiungono anche la funzione di soffio per spazzare via foglie, carte e altro sporco presente per terra.

Nella maggior parte dei casi, per trasformare l’aspirapolvere in un soffiatore è sufficiente modificare la posizione del tubo flessibile.

Oltre alle funzioni indicate sopra, alcune tipologie di aspirapolvere professionali possono essere temporaneamente convertite anche in compressori.

Filtri

Sia nei modelli di aspirapolvere senza fili che in quelli di aspirapolvere industriale il filtro è sempre un elemento chiave .

Gli aspirapolvere professionali usati in fabbriche, cantieri edili e ambiti produttivi devono possedere un apparato di filtraggio adeguato al tipo di sporco che viene prodotto in loco.

In base agli standard di una normativa europea, a seconda della pericolosità, le polveri sono classificate in 3 categorie ben definite:

  • Classe L: include le polveri a rischio moderato
  • Classe M: comprende le polveri a rischio medio
  • Classe H: include le polveri molto sottili, di dimensione inferiore a 1 micron, tanto pericolose da risultare anche cancerogene.

In riferimento alla classificazione riportata sopra, è quindi chiaro e imprescindibile che ogni ambito lavorativo debba essere necessariamente attrezzato con un bidone aspiratutto capace di aspirare il tipo di polvere prodotto durante l’attività lavorativa.

La pulizia del filtro può essere di tipo manuale o automatica. Negli apparecchi con pulizia automatica il filtro viene nettato in pochi secondi per mezzo di un flusso d’aria.

Serbatoio

I migliori aspirapolvere industriali presenti in commercio hanno un serbatoio con una capacità contenitiva che oscilla tra i 20 e i 50 litri.

Ovviamente la capienza del serbatoio di un bidone aspiratutto è molto maggiore di quella dei serbatoi di apparecchi aspiratori per la casa quali, ad esempio, un robot aspirapolvere, un aspirapolvere senza fili o una scopa a vapore.

Per quanto concerne il materiale di realizzazione, molti serbatoi sono realizzati in acciaio inox, mentre alcuni sono in plastica.

Accessori

La lista di accessori che è possibile montare su un aspirapolvere industriale comprende spazzole, bocchette, prolunghe e manicotti.

In una confezione possono esserci una spazzola specifica per l’aspirazione delle polveri, una spazzola specifica per l’aspirazione dei liquidi, delle bocchette a lancia da direzionare in anse, fughe e rientranze, oppure ancora una prolunga telescopica per estendere la lunghezza del tubo di aspirazione e dei manicotti di vario tipo.

Scrivi una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *