Lo spazzolino elettrico è uno spazzolino da denti che ha la capacità di lavare i denti ruotando da solo.

Nascono negli anni ’50 in Svizzera, per poi essere perfezionati un decennio dopo negli USA. Proprio per la loro capacità di ruotare autonomamente, gli spazzolini elettrici furono indicati inizialmente per quei pazienti con limitate capacità motorie, come bambini, anziani e diversamente abili, nonché per pazienti ortodontici.
Fu notato che questi spazzolini erano utili anche a chi non utilizzava in modo corretto gli spazzolini manuali, in quanto parte del lavoro veniva effettuato da questi nuovi strumenti.

Grazie alla maggiore consapevolezza da parte dei pazienti dell’importanza dell’igiene orale, nonché l’avvento di tecnologie sempre più sofisticate, gli spazzolini elettrici sono ad oggi diventati dei prodotti raffinatissimi, altamente tecnologici e molto più efficaci dei tradizionali spazzolini manuali.
Scopriamone le caratteristiche!

5 fattori per una scelta consapevole dello spazzolino elettrico

spazzolino-elettrico-uso

La prima cosa da sapere quando si decide di passare da uno spazzolino manuale ad uno elettrico – indipendentemente dal modello – è che non si usano nello stesso modo.
Questo perchè gli spazzolini elettrici sono dispositivi che non devono “essere mossi dalle nostre mani”, visto che “si muovono da soli”.

Tecnologie

Gli spazzolini elettrici moderni sono delle vere e proprie “macchine del sorriso”, che riescono a soddisfare le esigenze più disparate. Va specificato che le caratteristiche sotto citate sono valide anche per gli spazzolini elettrici da bambini, che seppur siano una versione semplificata di quelli per adulti, ne rispecchiano comunque molti aspetti.

Tipo di movimento

La vera differenza tra uno spazzolino elettrico e l’altro giace sostanzialmente nel tipo di movimento che lo spazzolino è in grado di imprimere alla testina.

Questo movimento spesso non è solo rotante continuo, ma può essere anche reciprocante, oscillante, vibrante e pulsante, in varie combinazioni o singolarmente.

movimento-spazzolino-elettrico

  • Rotante: è quel tipo di movimento di rotazione pura e continua a 360 gradi.
  • Reciprocante: E’ quel tipo di rotazione in “andata-ritorno” in cui il movimento rotatorio della testina è con andamento orario-antiorario alternato.
  • Oscillante: è quel tipo di movimento in cui le testine hanno capacità di movimento in senso latero-laterale.
  • Vibrante: simile all’oscillazione, ma sull’asse antero-posteriore.
  • Pulsazione: è una sorta di “picchiettamento” sul dente, tale da disgregare la placca batterica accumulata negli spazi tra dente e gengiva.

Funzioni

Spesso capita che molti spazzolini elettrici ad oggi sul mercato abbiano la capacità di compiere più movimenti tra quelli sopracitati in combinazione.
La somma dei movimenti richiesti e l’intensità con cui vengono compiuti, determina la possibilità di utilizzare gli spazzolini elettrici in varie “funzioni” o “modalità”.

Alcuni spazzolini possono anche essere usati in più modalità, cosa ad esempio, molto gradita da tutti coloro che soffrono di denti sensibili.
Ecco quindi che prodotti base, come l’Oral-B Pro 600, offrono la sola modalità di spazzolamento “Pulizia Quotidiana“, mentre prodotti più sofisticati, come il nuovissimo Oral-B Genius 9000, danno la possibilità di scegliere tra vari programmi, da “Pulizia Quotidiana” a “Pulizia Profonda“, passando per il programma “Sbiancante” e quello “Sensitive“.

Su tutti i modelli Oral-B, ancora, è presente inoltre il “sensore di pressione“, che diventa “triplo” nei modelli più avanzati (le pulsazioni vengono rallentate in caso di pressione eccessiva).

Associazione con APP

Da un pò di anni a questa parte, sempre più modelli di spazzolini hanno inclusa anche la possibilità di collegamento bluetooth col cellulare tramite app dedicata.

Si può così registrare ogni ciclo di “lavaggio denti”, scattare e condividere foto od essere guidati dal sistema geolocalizzatore per sapere esattamente quale dente si sta lavando.

Ancora, si può gestire il memorandum per il cambio delle testine e rispettare i tempi di lavaggio consigliati tramite avvisi sonori.

Tutto questo proprio nell’ottica di espandere la cultura odontoiatrica ad un pubblico sempre più ampio, e rendendo divertente il lavarsi i denti. Basti pensare che la Oral-B, tanto per citarne una, ha previsto anche un’app educazionale per i più piccini (Magic Timer).
Si può scegliere tra vari personaggi, e giocando in un fantastico mondo targato Disney, si può “salire di livello” ogni volta che ci si lava i denti correttamente!

Sappiate che le principali case di spazzolini elettrici vendono lo spazzolino già con varie testine incluse nella confezione, un porta-testine per organizzare ordinatamente e vari altri gadget utili, tipo un timer per valutare il tempo di lavaggio del dente, o un codice che, inserito sul sito web della casa produttrice, permette di accumulare punti e sconti per ulteriori acquisti o ricambi.

Alimentazione e Manutenzione

Gli spazzolini elettrici possono essere alimentati a pile o a batteria ricaribile.

base di ricarica spazzoliniPer questi ultimi, il funzionamento è simile a quello di un telefono cordless: basta attaccare la basetta alla corrente ed inserire lo spazzolino elettrico sulla basetta stessa.
La batteria durerà dai 5 ai 12 giorni senza necessità di ricarica ulteriore, a seconda del modello acquistato.

Gli spazzolini elettrici a pila, al contrario, sono legati alla durata della pila stessa.

Bisogna specificare che gli spazzolini elettrici a batteria hanno generalmente una durata di gran lunga maggiore rispetto alla loro controparte a pile, ma va anche detto che mentre per gli spazzolini elettrici a pile è sufficiente, nel caso, cambiare la pila, per gli spazzolini elettrici a batteria è necessario cambiare l’intero spazzolino una volta che questo sia “arrivato”, proprio perchè la batteria è di solito un tutt’uno con lo spazzolino elettrico e non separabile né sostituibile.

Da segnalare infine che gli spazzolini elettrici possono essere tranquillamente sciacquati sotto l’acqua corrente e che quelli a batterie sono meno soggetti all’usura rispetto a quelli a pile.

Le testine

In commercio esistono una serie infinita di testine, di varie fogge e caratteristiche. Più o meno delicate, più o meno omogenee, ogni testina ha il suo specifico utilizzo, che spesso è indicato dal nome della testina stessa.

testine spazzolino elettrico

Esistono testine specifiche persino per gli impianti dentali, per i ponti, i bambini o i portatori di apparecchi!

In generale, comunque, le testine degli spazzolini elettrici sono solitamente più piccole di quelle degli spazzolini tradizionali, proprio perchè tendono a lavare un dente per volta anziché un gruppo di denti.
Pertanto uno spazzolino elettrico va usato semplicemente poggiandolo sul dente, con lieve, anzi lievissima, pressione tra dente e gengiva, e compiendo un movimento da dietro in avanti che segua l’andamento della gengiva, su tutte le superfici interne ed esterne dei denti.

Unica eccezione in tal senso sono invece le testine degli spazzolini sonici della Philips, che riescono a mantenere delle testine rettangolari e non rotondeggianti, visto che funzionano tramite il principio della fluidodinamica.

Solitamente le testine di una certa azienda sono compatibili con tutti gli spazzolini elettrici della stessa marca.

Indipendentemente dalla testina usata, un buon spazzolino elettrico deve essere in grado di valorizzare le proprietà delle testine grazie ai suoi movimenti. Ecco perchè è altamente consigliato l’acquisto di uno spazzolino che possa essere usato in più modalità, proprio per massimizzare questa combinazione “modalità di spazzolamento + testina appropriata“. E’ per questo che un buon spazzolino, con le giuste indicazioni, può essere usato da tutta la famiglia! (cambiando le testine, ovviamente! 😉 )

Ah, non dimenticate inoltre che le testine di uno spazzolino elettrico durano tanto quanto quelle di uno manuale: ogni 3 mesi, cambiatele!

Tuttavia, alcune testine, come quelle Sensitive della Oral-B, sono munite di un comodo sistema colorimetrico che fa sbiadire la testina quando è consumata. Questo è molto utile per coloro che sono alle prime armi con lo spazzolino elettrico e devono prendere dimistichezza con questo nuovo strumento.

Accessori

Va fatta una piccola precisazione: gli accessori sono dei più che servono a rendere l’operazione di lavaggio dei denti più pratica e confortevole. Tuttavia, le proprietà di uno spazzolino elettrico non cambiano e l’assenza di uno o più accessori non inficia le proprietà dello spazzolino.

Spazzolini elettrici modello base, economico ed avanzato avranno accessori diversi, anche in virtù della marca scelta. In linea di massima, più un modello sarà costoso, più ampia sarà la dotazione di accessori.

Tra gli accessori disponibili ricordiamo:

  • il timer: molte case, tra cui la Oral-B, forniscono alcuni modelli di un comodo timer da posizionare in bagno per rendersi conto del tempo passato nell’operazione di lavaggio dei denti;
  • la custodia da viaggio: solitamente in plastica, è utilissima per portare lo spazzolino elettrico fuori casa mantenendo tutto pulito e in ordine;
  • testine extra: negli spazzolini elettrici di fascia medio-bassa, solitamente sono incluse uno o due testine di pulizia generica. Modelli più avanzati, invece, inclusono l’intera gamma di testine, che possono così essere cambiate con ampia versatilità a seconda delle singole esigenze;
  • basetta da ricarica ed altro: alcuni modelli dei migliori spazzolini elettrici, come quelli della linea Philips Sonicare, vengono venduti con una basetta ricaricabile di simil-vetro molto bella esteticamente, e nelle versioni più avanzate vi è pure incluso un comodo bicchiere per sciacquarsi i denti dopo il lavaggio. Da non dimenticare, inoltre, che l’acquisto di uno spazzolino elettrico modello avanzato in speciali periodi dell’anno (come ad esempio l’estate), è spesso in associazione a buoni sconto particolari per pacchetti di igiene professionale o sbiancamento nei centri dentistici autorizzati.

Costo

Il bello degli spazzolini elettrici è che ne esistono davvero per tutte le tasche.

Il consiglio spassionato è quello di non lesinare, investite su un prodotto di qualità che duri nel tempo e possa essere versatile e facilmente riutilizzabile.

Tendenzialmente, i costi si aggirano nel range (circa) 20 Euro a (circa) 300 Euro.
Le offerte sono frequenti, sia online che nei negozi fisici.

Non è raro, inoltre, che gli studi dentistici siano in accordi con le case produttrici, riuscendo a strappare prezzi concorrenziali che spesso sono inferiori persino alle offerte online.
In generale, comunque, più uno spazzolino è “ultimo modello” e più è probabile che vi sia della tecnologia dietro, da cui il costo superiore.

Le testine, invece, costano mediamente 10 Euro l’una.

Spazzolini elettrici più costosi hanno di solito più testine incluse nel packaging iniziale e più gadget in regalo.

E voi…che aspettate a passare ad un livello di igiene superiore?

Recensioni spazzolini elettrici

Scrivi una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *