Smart working e consumi domestici: consigli su come risparmiare

Lo smart working ha rappresentato una novità per milioni di lavoratori, ma il vantaggio di lavorare da casa ha comportato inevitabilmente un aumento dei costi delle bollette. Vediamo quindi come risparmiare sui consumi domestici con il lavoro da remoto e qualche consiglio utile per ridurre i consumi di luce e gas.

L’Era dello Smart Working

Negli ultimi anni, complice la pandemia, milioni di lavoratori hanno iniziato a lavorare da casa iniziando ufficialmente l’era dello smart working; questo ha rappresentato un vantaggio sia per le aziende che per i dipendenti. Tuttavia, lavorare da casa, per chi passa molte ore davanti al computer, causa un inevitabile aumento dei costi dell’ energia elettrica.

Può capitare che le aziende offrano ai dipendenti strumenti e benefit per arginare l’aumento dei costi dovuti al consumo di corrente, ma più spesso sta ai singoli lavoratori la gestione delle spese all’interno dell’ambito domestico. Spese che provocano un aumento del costo della bolletta, anche solo per il semplice fatto di trascorrere tutto il giorno in una casa che, altrimenti, rimarrebbe vuota.

Ecco dunque qualche consiglio per risparmiare sui consumi domestici durante lo smart working.

Utilizzo corretto del computer 

Sebbene spesso l’utilizzo del computer non venga considerato al momento di pagare la bolletta, non bisogna dimenticare che anche il nostro laptop è uno strumento energivoro. Un normale computer in funzione per 8 ore al giorno può consumare fino a 175 kWh in un anno, gravando sull’utenza della luce. Se a questo uniamo la quantità di C02 che viene emessa in atmosfera è chiaro quanto utilizzare la minor quantità di energia risulti importantissimo per l’ambiente.

Una prima soluzione per risparmiare energia con il nostro computer consiste nell’impostare la modalità risparmio energetico: questa opzione permette di ridurre al minimo i consumi energetici del nostro PC, prolungando la durata della batteria ma preservandone performance e prestazioni.

Al tempo stesso possiamo sfruttare alcuni trucchi come ridurre la luminosità del PC, oppure metterlo in standby o addirittura spegnerlo quando non lo stiamo utilizzando. In generale è sempre meglio spegnere sempre il PC e staccare la spina, perché il PC anche da spento ma con la presa attaccata consuma energia inutile.

Inoltre è bene scegliere un’offerta internet casa conveniente sia in termini economici che di velocità.

Scegliere una tariffa luce e gas più conveniente

Oltre ad adottare pratiche quotidiane per rispettare il nostro pianeta e consumare meno energia possibile esistono anche soluzioni molto più semplici come quella di scegliere un fornitore conveniente con cui attivare un nuovo contratto di luce e gas.

Per prendere una decisione più consapevole è bene affidarsi a un comparatore di tariffe come Selectra, che ti aiuterà a trovare la tariffa più adatta in base alle tue esigenze. Aggiudicarsi la migliore offerta luce e gas per la propria casa aiuterà sicuramente ad ottimizzare i consumi e risparmiare sulle spese domestiche.

Scegliere lampadine a basso consumo

Un’altra pratica soluzione per risparmiare energia è quella di sfruttare il più possibile la luce naturale, scegliendo ad esempio per lavorare la stanza più luminosa, e sostituire le tradizionali lampadine con le lampadine al LED; queste consumano molta meno energia e durano più a lungo e vanno quindi cambiate meno frequentemente (altra fonte di risparmio).

Spegnere sempre le luci quando non servono

Altra cosa importantissima a cui prestare attenzione, ma che spesso dimentichiamo di fare, è spegnere sempre le luci quando si esce da una stanza e ricordarsi di non lasciare mai ciabatte o dispositivi in stand by che continuerebbero altrimenti a consumare e sprecare energia facendo lievitare la bolletta delle utenze domestiche.

Ridurre l’utilizzo di condizionatore e riscaldamento

Il condizionatore, essendo un apparecchio estremamente energivoro, oltre a essere un nemico della bolletta è anche un nemico dell’ambiente; proprio per questo è importante utilizzarlo il meno possibile. Allo stesso modo è importante mantenere una temperatura interna attorno ai 18°/19° gradi, bloccando eventuali spifferi e arieggiando la stanza di prima mattina, quando il riscaldamento non è stato ancora attivato. Con queste piccole accortezze il risparmio su luce e gas sarà notevole.

Scrivi una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *