Un misuratore laser, anche detto metro laser o disto laser, è uno strumento che calcola la distanza fra due punti grazie all’emissione di un raggio a bassa energia.

Tecnologicamente avanzato, è uno strumento utilissimo in edilizia e progettazione, ma può essere sfruttato anche al di fuori dell’ambito professionale.

Di certo però, i misuratori laser destinati all’uso domestico devono avere caratteristiche differenti da quelli professionali. Ecco alcuni parametri per fare la scelta più azzeccata.

5 fattori per la scelta del laser misuratore

Anche un apparecchio così piccolo, può essere molto complesso e ricco di sfaccettature. Per questo motivo la scelta di un laser per misurare le distanze deve passare attraverso l’analisi di alcuni macro fattori.

Principalmente questi aspetti sono divisibili in 5 categorie, ognuna caratterizzante un requisito essenziale dei laser misura distanza.

Maneggevolezza

misuratore laser in una mano

Per essere funzionale un metrolaser deve necessariamente essere di dimensioni ridotte.

E’ importante che sia tascabile, contenibile nello spazio di una singola mano, ma neanche troppo piccolo.

Dimensioni troppo ridotte potrebbero infatti abbassare di molto la chiarezza e leggibilità dei dati mostrati sullo schermo.

Un metro a laser di buona qualità dovrebbe avere una larghezza di circa 6 – 7 cm e una lunghezza intorno ai 15 cm.

Queste grandezze solitamente permettono di avere accessori non troppo pesanti, con schermi ampi e di facile lettura. Il display è in effetti uno degli elementi che deve essere di maggior pregio in un misuratore laser.

Meglio scegliere modelli con schermi retroilluminati e con caratteri abbastanza grandi, in modo da facilitare l’interpretazione dei dati.

Distanza misurabile

Un metro elettronico di certo non può essere manchevole nel suo compito principale: la misurazione.

Esistono però tantissimi tipi di misuratori laser, più o meno potenti nell’analizzare lo spazio fra due punti.

Un oggetto destinato ad un uso casalingo deve essere giusto capace di registrare distanze leggermente superiori ai 20 m lineari , con accuratezza e precisione sufficienti.

Gli strumenti professionali invece devono poter arrivare anche a spazi maggiori, persino di 250 m, con ridottissimo margine di errore. Si parla di errori anche inferiori a 1 mm.

La capacità di misurazione influenza di molto il prezzo. Perciò è necessario valutare bene le proprie reali esigenze: per non impegnarsi in una spesa esagerata e non necessaria.

Funzioni

misuratore laser funzioni

Anche se un misuratore laser serve essenzialmente a calcolare distanze lineari talvolta è meglio che sia fornito anche di funzionalità matematicamente superiori.

E’ il caso ad esempio della misura del volume di un ambiente, di un’area, oppure del calcolo della pendenza ed ampiezza degli angoli.

Tutti questi possibili calcoli possono essere molto utili soprattutto se si è dei professionisti. Rendono il lavoro più rapido, non che più preciso.

Tali elementi tecnologici possono essere presenti tutti assieme in un laser per misurare distanza, ma anche solo parzialmente. Perciò una valutazione accurata delle esigenze è necessaria anche per quanto riguarda questo punto.

Alimentazione

misuratore laser batteria

Esistono due tipi di sistemi di alimentazione per metro digitale: le pile, quindi le batterie intercambiabili, o la batteria ricaricabile.

Entrambe sono egualmente valide ed hanno pregi e difetti.

Se non si ha la possibilità di caricare spesso l’oggetto, la scelta di un prodotto a pila è d’obbligo. E’ probabilmente un’opzione poco ecologica, ma necessaria se l’ambito professionale lo richiede.

Un misuratore di distanza laser ricaricabile invece è solitamente più adatto ad un uso casalingo.

Funzionalità in più possono rendere comunque questo strumento valido anche quando sono richieste lunghe ore di lavoro. Degli esempi? La modalità risparmio energetico e lo spegnimento automatico.

Prezzo del misuratore laser: scegli in base alla necessità

Il costo degli strumenti di misura laser varia in base agli aspetti sopraelencati, ma anche per altre motivazioni.

La marca può essere una di queste, ma anche la presenza di accessori e plus, e naturalmente la qualità dei materiali.

A parità di funzioni e caratteristiche i prodotti rilasciati dai brand più noti sono preferibili, anche se spesso leggermente più costosi.

Si trovano comunque misuratori laser economici anche targati Bosch, Leica, Prexiso e così via.

Per dare un’idea delle oscillazioni di prezzo possibile basta sapere che un oggetto base può costare massimo 50 euro, ma un misuratore laser professionale può arrivare anche  a 1000 euro.

Occhio quindi alle reali necessità.

Recensioni misuratore laser:

Scrivi una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *