Le migliori lampade di sale del 2021

Acquista una bella lampada di sale ed entrerai in possesso di un grazioso articolo di illuminazione, di un bel complemento di arredo e di uno strumento per deumidificare l’aria.

Le migliori lampade di sale dell’Himalaya sono dei punti luce assolutamente originali, acquistabili a ottimi prezzi e ideali anche per fare dei regali inaspettati a familiari, amici, colleghi e conoscenti.

Oltre a creare una deliziosa atmosfera, diffondendo una suggestiva luminosità in ogni ambiente nel quale sono collocati, questi punti luce sono capaci di apportare anche ottimi benefici.

Come scegliere una lampada di sale per casa, ufficio o regalo

Per la scelta di una lampada di sale dell’Himalaya è necessario essere a conoscenza di alcune informazioni utili all’acquisto.

Le domande più frequenti tra i possibili acquirenti sono: dove comprarle, quanto durano, quali sono i prezzi, i benefici e le controindicazioni?

Trattandosi di punti luce non convenzionali, inoltre, vanno anche conosciuti i modelli di design, i canali di alimentazione e le possibili dimensioni che possono raggiungere.

Design

In commercio ormai sono in vendita innumerevoli modelli di lampade di sale.

Tra i modelli tradizionali di queste lampade da tavolino ci sono il tipico chicco dell’Himalaya, il vaso di fuoco, oltre ad altri punti luce di precisa forma geometrica quali ad esempio cubo, quadrato, sfera e piramide.

Le lampade più moderne invece hanno forme più fantasiose, spesso ispirate ad animali, personaggi e oggetti. In questo novero rientrano, ad esempio, i modelli fiamma, angelo, gatto, elefante, rosa e tulipano.

Riguardo a dove comprarle, le lampade di sale possono essere acquistate in vari store online, ma anche in erboristerie, negozi di articoli per la casa e supermercati.

Materiali

Come lascia facilmente indovinare il nome, le lampade di sale dell’Himalaya prendono il nome da uno speciale salgemma tipico della catena montuosa asiatica.

In verità, ben poche persone sanno che la maggior parte delle estrazioni saline effettuate per la realizzazione di questi punti luce viene svolta nella miniera di sale di Khewra, in Pakistan, a circa 300 chilometri dal celebre massiccio montano.

Tale tipo di salgemma viene lavorato al fine di conferire alla lampada la forma desiderata, nella quale andrà ad inserirsi la struttura porta-lampadina, tipicamente in metallo.

Riguardo alla loro durata, essendo composte da un materiale organico quale il sale, le lampade di questo tipo a lungo andare possono incorrere in un processo di sgretolamento, sebbene molti articoli abbiano una durata anche di molti anni.

La stessa composizione salina, inoltre, conferisce ad una lampada di sale proprietà e benefici come ad esempio la capacità di deumidificare l’aria circostante; in particolare, questi punti luce diffondono ioni negativi che contrastano la presenza di ioni positivi e rendono l’atmosfera più pura.

Per il loro utilizzo non ci sono controindicazioni e avvertenze particolari.

Alimentazione

Per illuminare e per deumidificare un dato ambiente i vari modelli di lampade di sale possono essere alimentati in più modi.

Così come avviene per una comune lampada da scrivania, anche per le lampade di sale il canale di alimentazione principale è la corrente elettrica.

Da vari anni, comunque, sono molto vendute anche le lampade di sale con presa Usb e stanno iniziando ad affermarsi anche quelle con il funzionamento a pile e a batteria.

Illuminazione

Le lampade di sale si distinguono per una tenue luce diffusa, capace di conferire una suggestiva atmosfera a qualsiasi ambiente.

Le lampade più comuni diffondono una caratteristica luce aranciata, sebbene oggi siano in vendita modelli di qualsiasi tonalità di colore.

Nelle lampade di sale classiche con attacco alla corrente elettrica, l’illuminazione è resa possibile grazie all’utilizzo di lampadine a incandescenza di 15 W e 25 W.

Nelle lampade di sale con presa usb, invece, vengono utilizzate luci led che molto spesso sono capaci anche di cambiare colore.

Dimensioni

A differenza delle tipiche lampade da tavolo che grosso modo hanno una grandezza piuttosto standardizzata, le lampade di sale possono avere molteplici dimensioni.

Per fare un esempio del range di grandezza, la lampada di sale più piccola può avere le dimensioni di una noce mentre quella più grande può arrivare a pesare anche 150 kg.

Affinché un punto di luce in sale himalayano possa purificare a dovere un dato ambiente è necessario che la sua grandezza sia proporzionata alle dimensioni dell’ambiente.

Per questo motivo non è pensabile che una lampada di 2 Kg. possa arrivare a ionizzare una stanza di 50 mq, così come è evidente che un punto luce di 50 kg. sia esagerato per un vano di 10 mq.

Scrivi una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *