L’acquisto di un letto a castello rappresenta sempre un’idea formidabile per guadagnare spazio in una camera singola o matrimoniale.

Ormai di modelli di letti sovrapponibili ce ne sono davvero molti per soddisfare le esigenze di famiglie anche numerose.

L’ampia gamma di soluzioni spazia da letti semplici a modelli multifunzione capaci di fondersi strutturalmente anche con altre tipologie di arredi e con mobilia di varia natura.

Ecco quindi che abbiamo il letto a castello con armadio, quello con scrivania, così come pianali sovrapposti a 3 posti per il riposo di una prole particolarmente numerosa.

Scopriamo quindi cosa è importante sapere per acquistare il miglior letto a castello per un camera singola o matrimoniale.

SOMMARIO

Fattori utili per la scelta del miglior letto a castello

Per la scelta di quello che potrebbe essere il miglior letto a castello per le nostre esigenze dobbiamo fare alcune valutazioni di ordine pratico.

In particolare, prima di mettere mano al borsello vanno quantomeno conosciuti fattori quali la struttura dell’arredo, le misure che può occupare e le varie tipologie disponibili.

Struttura

Un letto a castello deve avere una struttura adeguata a resistere nel tempo e a sopportare le quotidiane sollecitazioni alle quali sarà sottoposto.

Dal punto di vista strutturale, i principali materiali con cui vengono realizzati i letti a castello sono legno, metallo e tubolare di ferro.

letti a castello in legno possono essere realizzati con tipi di legname che vanno per la maggiore nella produzione di mobilia e quindi faggio, pino e abete rosso.

I modelli più costosi, ma anche strutturalmente più robusti, sono quelli in legno massiccio, mentre altre tipologie di letti salvaspazio possono essere realizzati in legno multistrato.

I giacigli sovrapponibili in tubolari di ferro, invece, offrono il vantaggio di essere più semplici da smontare e possono essere anche divisibili. Quest’ultima è una caratteristica molto importante perchè in caso di trasloco o della possibilità di far stare i ragazzi in due camere diverse lo smontaggio del castello sarà molto facile e non ci sarà la necessità di acquistare dei letti nuovi.

Sempre in tema di struttura, un elemento strutturale fondamentale di un letto è la sua rete. Una rete ideale è ortopedica, ovvero in grado di assecondare le sinuosità del corpo, e può essere realizzata in metallo o in legno.

Tra i due materiali, ora vanno molto le reti a doghe di legno che permettono un’ottima elasticità e un’elevata resistenza. Per quanto concerne la scelta dei materassi, infine, sarebbe preferibile optare per modelli non troppo morbidi, anallergici e antibatterici.

Misure

Un modello classico di letto a castello a 2 posti per una cameretta può avere le dimensioni standard di 200 cm. di lunghezza, 150 cm. di altezza e 90 cm. di larghezza.

Da ciò si evince che per l’installazione di un giaciglio di questo tipo occorrono almeno 2 metri di spazio liberi su di una parete. Nel caso di un letto a castello a ponte, nel quale un letto è girato di 90° rispetto all’altro, invece, le pareti sulle quali dovranno essere lasciati due metri di spazio dovranno essere due.

A prima vista un letto a castello a ponte, detto anche “ad elle” può suggerire l’idea di occupare più spazio, ma nella sostanza libera un’area sotto al letto superiore che può essere sfruttata per il posizionamento di una scrivania, di un comodino, di sedie o di altri arredi.

Qualora si abbia l’intenzione di posizionare un letto a castello con scala a cassettoni avremo invece bisogno di almeno due metri e mezzo disponibili su di una parete. I cassettoni infatti vanno posizionati lateralmente e possono essere costituiti da box e contenitori dove riporre giocattoli, peluche o qualsiasi altra cosa.

Tipologia

Di tipologie di letti a castello ce ne sono diverse anche perchè con il passare del tempo sono stati ideati vari modelli di letti salvaspazio multifunzionali.

Parlando di ottimizzazione dello spazio, un modello sicuramente interessante è il letto a castello a scomparsa; questa tipologia è estraibile da un mobile attraverso un ribaltamento orizzontale, ovvero da un lato del letto, o verticale, ovvero dalla sua parte finale.

Un giaciglio sovrapponibile a scomparsa può anche essere anche un letto a castello con armadio, ovvero un tipo di mobile comprensivo di scomparti e ripiani per i vestiti, ma anche di una struttura castellare per dormire.

Riguardo alla tipologia di scaletta presente, inoltre, possiamo avere letti a castello con:

  • scaletta tradizionale
  • scala a cassettoni
  • scala contenitore
  • scivolo

Un letto a castello con scivolo può sicuramente rappresentare una soluzione fantasiosa e divertente per la cameretta di un bambino o di una bambina, mentre gli altri tipi di scaletta sono ideali sia per i più piccoli che per ragazzi più adulti.

A proposito di adulti, una tipologia di letto a castello molto curiosa, ma anche molto funzionale, è il letto a castello matrimoniale o letto a soppalco matrimoniale.

In questo caso sorge un dubbio più che legittimo: “Cosa può farsene una coppia di un letto a castello matrimoniale?”. Le risposte sono essenzialmente due; un letto a soppalco matrimoniale può essere posizionato in una casa al mare per ospitare coppie di amici, ma può anche rappresentare un’ottima soluzione per coppie con figli piccoli.

Tecnicamente, infatti, un letto a soppalco matrimoniale può ospitare un’intera famiglia con mamma e papà in un piano e due figli piccoli nell’altro.

Una via di mezzo tra strutture castellari singole e matrimoniali è poi data dal letto a castello a una piazza e mezza. Questo tipo di letto assume un aspetto trapezoide in quanto il letto superiore è singolo, delle dimensioni orientative di 90×190 cm., mentre il letto inferiore è “alla francese”, e misura circa 140×190 cm.

Già detto del letto a castello con scrivania, un’altra tipologia poco convenzionale è il letto a castello triplo, ovvero con tre piani. Il posizionamento di un giaciglio di questo tipo richiede sicuramente che la stanza abbia un’altezza considerevole.

Chiudiamo con il letto a castello scorrevole, una tipologia di giaciglio sovrapponibile dotato di ruote per un pratico spostamento dell’intera struttura o delle due unità, inferiore e posteriore.

Fatte tutte queste considerazioni potremmo concludere che, a grandi linee, un letto a castello economico può essere realizzato in tubolari di ferro, non ha reti ortopediche e dispone di materassi tradizionali.

Un letto a castello costoso, ma di ottima qualità, potrebbe essere invece realizzato in legno massiccio, avere reti ortopediche in doghe di legno e materassi in memory foam.

Per quanto concerne i colori, lasciamo agli acquirenti il gusto e il piacere di scegliersi un letto a castello bianco, nero, fantasy, dell’aspetto naturale del legno, così come in qualsiasi altra nuance e tonalità.

Scrivi una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *