Una volta in uso, un aspirapolvere ciclonico conferma pienamente le favorevoli impressioni ispirate dal suo nome altisonante.

Questo apparecchio infatti origina un autentico tornado di pulizia in qualsiasi spazio e su qualunque superficie venga passato.

Per riuscire a capire quale possa essere il miglior aspirapolvere ciclonico vanno prima considerati ,e poi valutati attentamente, alcuni parametri che descrivono la qualità e la fattura di questo utilissimo elettrodomestico.

Di certo, prima dell’acquisto va conosciuta la differenza tra aspirapolvere monociclonico e multiclonico e vanno messi in conto potenza, struttura e capacità dell’apparecchio.

SOMMARIO

Qual ‘è il miglior aspirapolvere ciclonico?

Andiamo subito a conoscere e ad analizzare alcuni fattori fondamentali per capire che caratteristiche possa avere il miglior aspirapolvere ciclonico per le nostre necessità.

Per fare un identikit ideale dell’aspiratore monociclonico o multiciclonico più ideale per la pulizia della nostra casa ci baseremo su elementi basilari quali struttura, potenza, filtro, serbatoio e accessori.

Struttura

La struttura di un aspirapolvere ciclonico differisce da modello a modello. Di norma quest’apparecchio è formato da una struttura centrale piuttosto corpulenta e da un tubo snodabile che riesce a raggiungere e a pulire ogni angolo di un determinato vano.

Il peso di un aspirapolvere ciclonico può oscillare da un minimo di 4 Kg. ad un massimo di 10 Kg, ma la maggior parte dei modelli ha un peso che oscilla tra i 4 e gli 8 Kg.

Ovviamente, il peso è un fattore da tenere in dovuta considerazione perchè impatta direttamente sulla maneggevolezza dello strumento e sulla sua capacità di spostamento da una stanza all’altra o, addirittura, da un piano all’altro della casa.

Le dimensioni, espresse in centimetri, sono le più variabili possibili; possono esserci modelli più tozzi di una dimensione tipo di 47 x 22 x 30 cm. e modelli più affusolati di 30 x 40 x 15 cm.

Potenza

Un aspirapolvere ciclonico è un aspirapolvere senza sacco: l’assenza di sacchetto raccogli sporco garantisce una continuità della potenza di aspirazione dal momento che l’aria circola e defluisce in un modo migliore all’interno dell’elettrodomestico.

Per quanto concerne il wattaggio esistono modelli che oscillano tra i 700 e i 1600 watt. La determinazione dei watt è soprattutto utile per capire il consumo energetico. Per comprendere meglio la capacità di aspirazione sarebbe opportuno conoscere i watt aria, ma non sempre il loro valore compreso fra 250 e 400 Watt viene riportato nei dati di acquisto dell’aspirapolvere.

Filtro

Ci sono aspirapolveri monociclonici e aspirapolveri multiciclonici. Un aspirapolvere monociclonico al suo interno ha un solo cono di aspirazione che riesce ad attrarre circa 3/4 (il 75%) di polvere; un aspirapolvere multiciclonico, invece, al suo interno ha vari coni di aspirazione che riescono a determinare la cattura di quasi i 4/4 (il 95%) della polvere.

L’azione ciclonica è poi coadiuvata dai cosiddetti filtri Hepa, la cui presenza è fondamentale per reimmettere in circolo aria perfettamente pulita da ogni residuo. È stato calcolato che i filtri Hepa 13 e 14 hanno una capacità di filtraggio maggiore al 99.5 % e sono in grado di trattenere particelle infinitesimali, della grandezza nell’ordine di qualche micron.

Serbatoio

La capacità di contenimento di un serbatoio ciclonico è di 1,0/2,5 litri, quindi tendenzialmente più bassa dei 3 litri che possono arrivare a contenere gli aspirapolvere con sacchetti.

Anche gli aspirapolvere senza fili hanno un serbatoio più piccolo rispetto ai modelli con sacco; tuttavia c’è da dire che i sacchetti comportano dei costi per essere sostituiti e non sono sempre facili da trovare.

Riguardo al funzionamento, l’aria aspirata viene direzionata nel serbatoio in maniera tale da formare un piccolo “vortice” e il conseguente movimento a spirale crea una sorta di risucchio che va a coadiuvare l’attività aspirante del motore.

Accessori

Gli aspirapolveri ciclonici possono essere venduti comprensivi di un’ampia gamma di accessori utili a specificare le funzioni dell’apparecchio e ad ampliare il raggio della sua funzionalità.

Le dotazioni e le predisposizioni più comuni che è possono trovare in un aspirapolvere ciclonico sono le seguenti:

  • Bocchette a lancia, ideali per la pulizia di anse, fessure e spazi angusti
  • Bocchette con setole, per il passaggio su piani quali ad esempio la tastiera del PC
  • Spazzole specifiche, ovvero spazzole per parquet, per grés porcellanato, per moquette ecc.
  • Spazzole multifunzione, adatte per più usi
  • Spazzole snodabili, capaci di arrivare sotto mobili, letti e tavolini
  • Spazzole animal care, utili quando in casa ci sono animali domestici che perdono pelo
  • Turbospazzola, quantomai ideale per la pulizia di tappeti e per la raccolta di polvere fine
  • Tubi telescopici, per l’allungamento dell’apparecchio

Arrivati a questo punto e considerati tutti questi elementi, appare quindi chiaro che un buon aspirapolvere ciclonico può diventare un ottimo alleato per la pulizia della casa alla pari di una scopa elettrica o di una scopa a vapore.

Scrivi una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *