Lo scaldaletto elettrico, conosciuto anche come coprimaterasso termico, ha qualche vantaggio in più rispetto alla pur sempre comoda coperta elettrica.

In particolare, rimanendo compreso tra la persona e il materasso sottostante, uno scaldaletto non fa dissipare il calore verso l’alto e tende a restare esteticamente più uniforme di una coperta.

Sicuramente, quest’articolo con il tempo si è molto evoluto: dagli antichi modelli di cecie, caldane e attrezzature di legno chiamate prete scaldaletto, siamo passati a modelli elettrici che si distinguono per assicurare ottimo calore ad un costo accettabile.

Vediamo quindi quali sono le cose da sapere per saper distinguere i migliori scaldaletto per letti singoli o matrimoniali.

SOMMARIO

5 fattori importanti per la scelta del miglior scaldaletto elettrico

Rivestimento

Il materiale con cui è realizzato uno scaldaletto incide molto sul prezzo finale dell’articolo.

In linea generale i coprimaterassi termici possono essere realizzati in materiali sintetici, più economici ma poco traspiranti, e in materiali naturali, di costo più alto ma anche più traspiranti.

Uno dei tessuti migliori è sicuramente la lana e in special modo la lana merino. La capacità termica di questo tessuto è talmente alta che uno scaldaletto prodotto con questa lana riesce a preservare il calore nel letto anche quando non è acceso.

Gli altri tipi di tessuti usati per il confezionamento dei coprimaterassi termici sono cotone, poliestere, micropile e misti. In sede di acquisto, chi soffre di allergie deve poi tener conto di scegliere un modello realizzato in tessuti anallergici e antibatterici.

Fatte tutte queste considerazioni, emerge che un ottimo scaldaletto è realizzato al 100% in lana merino ed è antibatterico e anallergico.

Tecnologia

A livello di tecnologia, i più comuni modelli di scaldaletto si distinguono per essere piuttosto semplici.

Un tipico scaldaletto viene regolato attraverso l’uso di una sorta di comando incorporato che prende il nome di commutatore. Di norma, uno scaldaletto singolo dispone di un solo commutatore, mentre in uno scaldaletto matrimoniale possono esserci anche due commutatori.

La presenza di un doppio comando in vari modelli di scaldaletto matrimoniali è motivata dal fatto che in questo modo le parti del letto possono essere riscaldate diversamente, a seconda dei desideri e del freddo percepito dai rispettivi occupanti.

Per quanto concerne la distribuzione dell’elettricità, e quindi del calore, i comandi del commutatore sono collegati al cavo della corrente che, a sua volta, si collega allo scaldasonno attraverso un approdo laterale.

La lunghezza del cavo della corrente è un elemento molto importante da tenere in considerazione; scegliere sempre modelli che abbiano un cavo di almeno 2 metri in modo tale che se la presa di corrente più vicina al letto è occupata da una abat jour, lampade o altri apparecchi, il coprimaterasso possa essere attaccato ad una presa più lontana.

Riguardo alle funzioni principali, un coprimaterasso termico dispone soprattutto di funzioni quali la regolazione della temperatura, il riscaldamento rapido e il timer.

La regolazione della temperatura avviene in modo piuttosto intuitivo, attraverso la selezione di un gradiente di calore che può oscillare da 1 a 10. Nei modelli più evoluti, è anche possibile diversificare la distribuzione del calore nelle varie zone di cui è composto lo scaldasonno.

La funzione di riscaldamento rapido permette di abbassare i tempi canonici di riscaldamento del coprimaterasso, mentre il timer può essere deputato all’accensione programmata del dispositivo o al suo spegnimento automatico.

Le dotazioni tecnologiche di uno scaldaletto possono variare anche da produttore a produttore; a livello di marche, i modelli di scaldaletto Imetec e Beurer sono sicuramente i più conosciuti e apprezzati.

Sicurezza

In tema di sicurezza, quelli che vengono messi in vendita quali migliori scaldaletto sul mercato devono essere tutti modelli comprensivi di doppio isolamento, certificazioni e protezione da surriscaldamento.

Passando a discernere l’utilità di questi fattori, innanzitutto, un doppio strato di isolamento garantisce che gli elementi interessati dal riscaldamento vengano adeguatamente isolati.

La certificazione CE 8 comprova che il coprimaterasso termico è conforme alle normative di sicurezza stabilite dalla Comunità Europea. In alcuni modelli, tale certificazione è anche accompagnata da altre garanzie di sicurezza.

La protezione da surriscaldamento, infine, consiste in una sorta di blocco che scatta quando lo scaldaletto raggiunge una temperatura troppo elevata.

Consumi

Il wattaggio di un coprimaterasso termico è abbastanza ampio e spazia da modelli che possono consumare dai 60 ai 200 Watt.

Per una stima dei consumi vanno soprattutto considerati due elementi quali il grado di riscaldamento della casa e il tempo di accensione del dispositivo.

Per una casa particolarmente fredda e per un uso moderato, tipo un’oretta prima di andare a dormire, può essere sensato optare per un modello con un wattaggio alto. Se invece un’abitazione è abbastanza calda e intendiamo tenere acceso il coprimaterasso tutta la notte, allora, forse, possiamo accontentarci anche di uno scaldaletto con un wattaggio non troppo elevato.

Per sommi capi, comunque, l’utilizzo di uno scaldasonno garantisce un buon risparmio sulla bolletta del metano perchè ci permette di accendere il riscaldamento per meno tempo.

Pulizia

Per il lavaggio e la pulizia degli scaldaletto sarebbe preferibile scegliere modelli con comandi removibili.

La rimozione del commutatore e del cavo elettrico dal coprimaterasso ci permette così di poterlo lavare in lavatrice a 40 °C. Qualora sia permesso il lavaggio con questa modalità, la centrifuga va impostata solo una volta ed esclusivamente con il programma per capi delicati.

Per il lavaggio a mano o a lavatrice, comunque, è sempre bene rispettare e seguire attentamente le linee guida riportate nel libretto d’istruzioni e nell’etichetta.

Potrebbe interessarti la guida alla scelta del classico coprimaterasso.

Scrivi una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *