La migliore lampada da scrivania del 2021

L’uso di una lampada da scrivania permette di lavorare, studiare e di svolgere altre mansioni senza dovere per forza illuminare tutta la stanza.

Il suo uso, quindi, è quantomai ideale per risparmiare sulla bolletta e per avere l’illuminazione concentrata su un’area specifica.

La scelta della migliore lampada da scrivania per le nostre esigenze dipende molto dall’uso che ne faremo: la stiamo cercando per la camera dei ragazzi, per l’ufficio, da mettere vicino al computer, oppure siamo alla ricerca di un articolo che possa rappresentare anche un bel complemento di arredo?

Rispondiamo a queste domande analizzando alcuni fattori da valutare per l’acquisto di un bel punto luce da tavolo.

Lampada da scrivania: scegliere quella giusta in 5 step

A tutt’oggi il mercato offre una grandissima scelta di lampade da scrivania.

Dai modelli classici a quelli moderni, dalle lampade comuni a quelle più originali, i negozi e i siti online offrono un’ampia gamma di soluzioni.

Per orientarsi nella scelta della migliore lampada da scrivania è quindi opportuno valutare alcuni fattori quali il design, i materiali di realizzazione, l’alimentazione, la capacità di illuminazione e le dimensioni dell’articolo.

Design

A livello di design, una prima distinzione può essere fatta in lampade da scrivania classiche o moderne.

Alla prima categoria appartengono, ad esempio, i lumi tradizionali con paralume in stoffa e tessuto quali le abat jour, ma anche le lampade Churchill (o Ministeriali), e altri modelli di lampada da scrivania vintage.

Nel novero dei punti luce moderni invece figurano le lampade da scrivania per ragazzi, le lampade da scrivania per computer, oltre a tanti altri articoli dalle forme più varie e dalle tonalità più disparate.

Oltre agli esempi che abbiamo appena elencato, ci sono poi le lampade da scrivania per studio e per ufficio che invece possono essere sia in stile classico che moderno.

Materiali

Il design classico o moderno di un punto luce spesso si riflette anche sulla scelta dei materiali che vengono adoperati per realizzarlo.

Per la realizzazione di lampade da tavolo in stile classico viene privilegiato l’utilizzo di materiali quali ceramica, ottone e legno; per i punti luce di concezione più moderna, invece, vengono usati soprattutto plastica, vetro e metallo.

Vari tipi di lampade comunque sono spesso realizzati con combinazioni dei materiali appena elencati.

Molto particolare il caso delle lampade di sale, dei punti luce molto originali che vengono realizzati con l’utilizzo di uno speciale salgemma che si origina alle pendici dell’Himalaya.

Alimentazione

Le lampade da scrivania più comuni vengono vendute con predisposizione per l’attacco alle prese di corrente elettrica.

Tuttavia, ormai da molto tempo sono in vendita anche lampade a pile e da alcuni anni stanno prendendo campo i punti luce da tavolo con presa usb, così come le lampade da scrivania con pannelli solari.

Addirittura, molti articoli sono dotati a loro volta di porta usb per la ricarica dello smartphone e di altri dispositivi elettronici.

Illuminazione

A seconda del fascio luminoso emesso ci sono lampade da scrivania a luce diffusa e a luce diretta.

La luce diretta, ideale per lo studio, la lettura e i lavori di precisione, permette di illuminare un’area specifica del tavolo; la luce diffusa, invece, come quella delle comuni abat jour e delle lampade da comodino, è una luce più soft che tende a propagarsi in tutto l’ambiente.

La capacità d’illuminazione di una lampada da scrivania dipende inoltre dalla presenza di strumenti quali i dimmer, che servono a regolare l’intensità luminosa, e i paralumi, fissi o regolabili, che adempiono alla funzione di smorzare il raggio luminoso di diffondere una data tonalità di colore.

Per quanto concerne la qualità della luce, ormai nel mercato primeggiano le lampade a led. L’uso di una lampada da scrivania a led infatti permette di risparmiare e di avere un’illuminazione di ottima qualità.

Dimensioni

Infine, per la scelta della migliore lampada da scrivania per le nostre esigenze vanno pur considerate le dimensioni.

Ovviamente, la nostra scelta andrà preferibilmente a cadere su una lampada di una grandezza proporzionale a quella del tavolo e del piano di lavoro su cui sarà collocata.

In linea generale, comunque, oggi è possibile trovare punti luce di ogni grandezza; il mercato infatti offre un ampio ventaglio di soluzioni che spazia da lampade mignon a lumi da tavolo di dimensioni piuttosto considerevoli.

Scrivi una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *