Come scegliere il tagliaerba giusto? Ecco qualche suggerimento!

Il tagliaerba è uno strumento essenziale per prendersi cura del proprio giardino, tenendolo in ordine e ben curato. Esistono diversi tipi di tagliaerba, e per svolgere un lavoro ottimale con poco sforzo è necessario scegliere il modello adatto.

Sono diversi i fattori che influiscono su tale scelta, tuttavia è sempre consigliabile optare per modelli di qualità, in grado di durare nel tempo nonostante gli utilizzi frequenti.
Se, pertanto, hai intenzione di acquistare uno di questi attrezzi, scopri qui i tagliaerba più indicati per il tipo di lavoro che hai intenzione di svolgere.

I tipi di tagliaerba

Esistono diversi tipi di tagliaerba. In genere, una prima divisione viene effettuata in base al tipo di alimentazione.

Il tagliaerba manuale, ad esempio, è un tipo di tagliaerba non dotato di motore. Il suo funzionamento, infatti, è dovuto alla spinta manuale. Pertanto, è possibile utilizzarlo solo negli spazi più piccoli, dove non vi sono pendenze ed ostacoli come rami e sassi. Si tratta di uno strumento semplice da utilizzare e leggero, che non ha bisogno di manutenzione. Inoltre, non inquina e non fa rumore.

Il tagliaerba elettrico, invece, è una valida soluzione per i prati di media dimensione, specialmente se non si è pratici con l’utilizzo di questo strumento. Il tagliaerba elettrico, è pratico ed economico rispetto a modelli dal motore a scoppio. In genere, il funzionamento è a spinta, ma esistono anche dei modelli semoventi che riducono la fatica di chi lo utilizza.

Il tagliaerba a batteria è simile al tagliaerba elettrico, tuttavia è ancor più maneggevole in quanto può aggirare gli ostacoli senza l’ingombro di un filo.

Il tagliaerba più diffuso, utilizzato specialmente per i lavori più intensi ed i giardini più grandi, è quello con il motore a scoppio.
In commercio è possibile trovare modelli con motori fino a 200 CC di cilindrata, in grado di districarsi anche nell’erba più fitta. Si tratta, però, di modelli che richiedono maggiore manutenzione. Inoltre, trattandosi di strumenti particolarmente rumorosi, è preferibile utilizzarli per prati e giardini lontani dalle abitazioni.

I passi avanti della tecnologia hanno reso possibile anche la realizzazione di robot tagliaerba, ovvero strumenti in grado di mantenere in ordine il prato senza fatica. Si tratta di modelli poco rumorosi ed amici dell’ambiente, in quanto funzionano grazie a batterie al litio, ed i tipi più performanti sono in grado di garantire un taglio perfetto anche nei prati di media e grande estensione.

Scegliere il tagliaerba in base alla grandezza del giardino

La prima domanda che bisogna porsi per la scelta del tagliaerba riguarda la dimensione del giardino.

Ad esempio, per i giardini più piccoli, fino a 300 mq, è possibile scegliere tra un tagliaerba manuale, un robot, oppure un tagliaerba a batteria. La larghezza di taglio più indicata è fino a 33 cm.

Se il prato è un po’ più grande, quindi fino 500 mq, è possibile optare per un tagliaerba elettrico, oppure a scoppio. Potrebbe essere valido, però, anche il tagliaerba a batteria oppure un robot.

Se il giardino ha dimensioni fino a 1000 mq, è preferibile optare per un modello a scoppio, con larghezza di taglio intorno ai 50 cm, ma alcuni modelli elettrici e robot particolarmente performanti potrebbero essere comunque validi.

Se si ha necessità di tosare l’erba di un giardino più grande di 1000 mq, è preferibile scegliere un modello di tagliaerba con motore a scoppio, con larghezza di taglio tra i 50 ed i 55 cm.

Altre caratteristiche del tagliaerba

Per effettuare la scelta giusta del tagliaerba più adatto al proprio prato, bisogna considerare anche altre caratteristiche. Ad esempio, il materiale del telaio.

I modelli di tagliaerba più leggeri ed economici, in genere sono realizzati in polipropilene, mentre i modelli più resistenti possono essere realizzati in acciaio. Se si tratta di acciaio inox o galvanizzato, inoltre, il tagliaerba resiste anche alla corrosione. Se si sta cercando un modello da utilizzare di frequente, è consigliabile preferire per modelli in alluminio. Bisogna poi considerare l’ergonomia, la sicurezza, la praticità e il peso.

Scrivi una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.