L’isolamento termico del terrazzo con la poliurea: ecco come funziona

Per ottenere un isolamento termico ottimale del terrazzo si può fare affidamento sulla poliurea: si tratta di ricorrere a una tecnica all’avanguardia che in ambito edilizio viene sfruttata in maniera frequente. È negli Stati Uniti che l’uso di questa sostanza ha preso piede; in seguito il materiale è stato definito ecologico, proprio per la sua capacità di isolare gli ambienti a livello acustico e termico. Ma di che cosa si tratta di preciso?

La poliurea non è altro che poliuretano con ammide, vale a dire un elastomero che, quasi come un guanto, è in grado di aderire alle superfici e dà vita a uno strato impermeabile, capace – proprio per effetto della sua notevole elasticità – di raggiungere anche i punti più ostici.

A che cosa serve l’isolamento termico

L’impermeabilizzazione terrazzo calpestabile è un aspetto molto importante per far tenere il freddo e il caldo alla larga. Ci sono anche altri vantaggi, comunque, che scaturiscono dall’impiego della poliurea, un materiale che si caratterizza per le sue significative proprietà fonoassorbenti, impermeabilizzanti e deumidificanti.

Di conseguenza un cappotto termico realizzato con la poliurea sul balcone non solo assicura una protezione ottimale rispetto alle temperature più elevate, ma permette anche di essere protetti dai rumori: il che vuol dire, in sostanza, poter beneficiare di una privacy maggiore fra le mura di casa.

I benefici offerti dalla poliurea

La stessa poliurea, inoltre, ha la capacità di prevenire la comparsa della muffa e la formazione di condense dovute all’umidità. Vale la pena di mettere in evidenza, ad ogni modo, che affinché la poliurea a spruzzo possa essere applicata in maniera corretta c’è bisogno dell’intervento di tecnici specializzati: solo in questo modo si può essere certi di beneficiare di un isolamento termico completo, grazie a cui si potrà dire addio a qualsiasi tipologia di inconveniente che possa riguardare non solo i locali al chiuso ma anche gli ambienti all’aperto.

Perché è conveniente usare la poliurea a spruzzo

L’isolamento termico del terrazzo è solo uno dei numerosi vantaggi che scaturiscono dall’impiego della poliurea a spruzzo, apprezzabile anche per ciò che concerne le modalità di applicazione e, soprattutto, la longevità dei suoi effetti. Proprio la durata nel tempo, infatti, rende la poliurea a spruzzo una sostanza perfetta per una grande varietà di lavorazioni.

Le soluzioni di Poliurea Italia

Poliurea Italia è un’azienda che si occupa dell’isolamento dei terrazzi calpestabili grazie all’utilizzo della poliurea a spruzzo. Il suo team di professionisti può vantare una lunga e consolidata esperienza in questo ambito ed è in grado di assicurare standard di qualità molto elevati, anche perché l’esecuzione di tutte le lavorazioni avviene sulla base di materiali certificati.

(34)
  • Grande potere riempitivo, elevata capacità isolante ed estrema stabilità su molte superfici
  • Per interni ed esterni
  • Verniciabile
  • Privo di CFC e HCFC (non danneggia l’ozono)
  • Resistente ad acqua e molte s...

Poliurea Italia è un’impresa leader nel campo dell’impermeabilizzazione: l’isolamento termico dei terrazzi è solo una delle tipologie di lavorazione che vengono messe a disposizione da questa realtà. Gli interventi che vengono effettuati sono completamente non invasivi, grazie all’applicazione a spruzzo in loco della poliurea prodotta direttamente dalle macchine aziendali.

Poliurea a spruzzo: una soluzione vincente

La poliurea a spruzzo si contraddistingue per una notevole resistenza sia meccanica che chimica. È, inoltre, resistente agli attacchi biologici, il che vuol dire che contrasta la proliferazione di funghi e muffe. Tutti i prodotti a base di poliuretano sono polimeri: è questo il motivo per il quale sono così resistenti agli agenti chimici e, in particolare, ai solventi. Vale la pena di ribadire, poi, che la poliurea dura a lungo nel tempo: il merito è della sua struttura a molecole chiuse, per effetto della quale anche in presenza di sollecitazioni dovute alla neve e alla pioggia non subisce trasformazioni significative.

Scrivi una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *