Come eseguire la disdetta a Fastweb

Fastweb è un’azienda italiana di telecomunicazioni, del gruppo svizzero Swisscom, specializzata nella telefonia terrestre e nelle connessioni a banda larga e 4G sotto la rete Tim. È uno dei principali operatori della Penisola. Nonostante le tante offerte vantaggiose l’utente ha, qualche volta, la necessità di disdire il contratto. Andiamo a vedere tutte le informazioni necessarie a effettuare la disdetta a Fastweb.

Disdetta a Fastweb entro 14 giorni dalla sottoscrizioni del contratto

In base al Codice del consumo, si ha la possibilità di recedere dal contratto, se firmato al di fuori da locali commerciali, entro 14 giorni dalla sottoscrizione senza pagare alcuna penale. La prima cosa da fare, quindi, è quella di scaricare il modulo di disdetta Fastweb, compilarlo e inviarlo tramite raccomandata a/r all’indirizzo Fastweb S.p.A – Casella Postale 126 – 20092 Cinisello Balsamo (MI).
Chi ha un indirizzo di posta elettronica certificata (Pec) può inviarlo a fwgestionedisattivazioni@pec.fastweb.it

.Per effettuare il recesso entro 14 giorni dalla sottoscrizione del contratto è anche possibile contattare il servizio clienti al numero 192193 o recarsi direttamente in un negozio Fastweb.

Disdetta Fastweb prima della scadenza del contratto

La durata dei contratti sottoscritti è, generalmente, di 12 mesi. Se il cliente effettua la disdetta prima della scadenza naturale del contratto, deve pagare i costi di disattivazione, che variano in base all’offerta precedentemente sottoscritta.

Per iniziare, la richiesta di disdetta va spedita con raccomandata all’indirizzo Fastweb S.p.A – Casella postale 126 – 20092 Cinisello Balsamo (Mi).
Viene solitamente presa in carico entro 30 giorni dalla ricezione
Al modulo, debitamente compilato, va allegata la copia di un documento di identità valido. In alternativa, è possibile effettuare la disdetta con Pec, inviando il modulo alla posta elettronica certificata di Fastweb fwgestionedisattivazioni@pec.fastweb.it.

Sia in caso di disdetta alla scadenza del contratto, sia in caso di recesso, prima della scadenza del contratto, Fastweb ha diritto di ottenere il pagamento di un importo per il ristoro dei costi sostenuti, compresi gli eventuali costi da recuperare in relazione ai terminali. In particolare, per la dismissione del servizio di telefonia fissa, è previsto un costo di 29,95 euro. Inoltre, c’è l’obbligo di restituire tutti i dispositivi noleggiati o in comodato d’uso entro 45 giorni dalla cessazione del contratto.

Disdetta Fastweb alla scadenza annuale del contratto

Se il contratto è in scadenza, la durata è generalmente di 12 mesi, e il cliente non vuole il rinnovo automatico, è indispensabile inviare una comunicazione a Fastweb. Il modulo della richiesta, debitamente compilato, va inviato all’indirizzo Fastweb S.p.A – Casella Postale 126 – 20092 Cinisello Balsamo (MI) tramite raccomandata a/r, almeno 30 giorni prima della scadenza. Altrimenti è possibile trasmettere il modulo della richiesta con posta elettronica certificata a fwgestionedisattivazioni@pec.fastweb.it.

Disdetta Fastweb per modifica delle condizioni contrattuali

Secondo il Codice delle comunicazione elettroniche, gli abbonati hanno il diritto di recedere dal contratto, senza penali, all’atto della notifica di proposte di modifiche delle condizioni contrattuali. Fastweb deve quindi informare, con almeno un mese di preavviso, i suoi clienti delle eventuali variazioni contrattuali e del loro diritto di recedere dal contratto, senza penali, qualora non accettino le nuove condizioni. Gli utenti possono recedere dal contratto o fare il passaggio a un altro operatore senza i costi di disattivazione se, il tutto, avviene nei 30 giorni successivi alla ricezione della comunicazione. Il consumatore deve trasmettere a sua volta una comunicazione specificando come causale del recesso la modifica delle condizioni contrattuali.

Disdetta Fastweb per disservizi

In caso di disservizi, è possibile presentare una richiesta di risoluzione del contratto. In questo modo, non solo è possibile richiedere la disattivazione dell’abbonamento ma anche il rimborso delle eventuali spese sostenute e il risarcimento del danno. Occorre, ovviamente, fornire le prove del disservizio. Per chiedere la risoluzione del contratto, è necessario inviare la richiesta tramite raccomandata a Fastweb S.p.A., Casella postale 126 – 20092 Cinisello Balsamo (MI); o con una pec all’indirizzo di posta elettronica certificata di Fastweb fwgestionedisattivazioni@pec.Fastweb.it.

Disdetta e dispositivi in comodato

Se il consumatore ha sottoscritto un contratto con Fastweb che prevede il comodato d’uso di dispositivi come il modem, il router, la parabola, è necessario spedirli, restituendoli integri e non danneggiati in caso di disdetta. Gli apparati vanno riconsegnati entro 45 giorni dalla data di disattivazione dei servizi da parte di Fastweb. Risulta essere possibile effettuare la restituzione degli apparati, a seguito di una comunicazione di Fastweb contenente i dettagli sulle modalità di riconsegna. 

Solo a seguito della ricezione della comunicazione, che viene inviata tramite Sms e mail, è possibile restituire gratuitamente i dispositivi tramite Poste Italiane. Nella comunicazione inviata da Fastweb tramite mail è presente il link alla lettera di vettura da utilizzare per restituire gratuitamente i dispositivi tramite Poste italiane. Se i dispositivi non vengano restituiti entro 45 giorni dalla cessazione del contratto, vengono addebitati ulteriori costi, che vanno da un minimo di 10 euro a un massimo di 110,92 euro.

Passaggio da Fastweb verso un altro operatore

Se un utente vuole cambiare operatore telefonico può farlo. Al nuovo operatore, che gestirà l’intera procedura, occorrerà comunicare il codice di migrazione che si trova sulla bolletta Fastweb. Il passaggio avviene generalmente in 10 giorni lavorativi.

Scrivi una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *