Le migliori lampade da esterno del 2021

Nella gamma delle migliori lampade da esterno attualmente in vendita figurano modelli moderni, classici, a parete, a incasso, a led, piantane e tante altre soluzioni per varie esigenze.

Questi punti luce hanno un buon mercato anche perché molto spesso adempiono alla duplice funzione di illuminare uno spazio esterno e di saper creare una bella atmosfera.

L’adozione di luci da esterno si rende così ideale tanto per evidenziare il tracciato di una strada o di un percorso, così come per rendere più suggestivo il giardino o lo spazio outdoor di una proprietà.

Guida alla scelta delle migliori lampade per esterno

Al di là dei gusti personali, per procedere all’acquisto di una lampada da esterno dobbiamo considerare alcuni elementi che possono rivelarsi molto utili alla scelta.

Questi fattori riguardano il design del punto luce, i materiali di realizzazione, le sue dimensioni e altri criteri che è sempre bene conoscere e tenere in dovuta considerazione.

Design

Un elemento che incide molto sul design delle lampade da esterno è la loro collocazione. In vendita, infatti, è possibile trovare lampade da esterno di design classico o moderno dei seguenti tipi:

A parete. Le lampade a muro per esterno vengono collocate su una parete. Di solito si tratta di lampade da esterno moderne, pratiche, funzionali, che adempiono al principale scopo di illuminare e di rendere visibile una data area.

A incasso. Queste tipologie di lampade invece sono concepite per andare a incassarsi all’interno di un muro, di una parete o di una pavimentazione. Possono servire sia a illuminare l’ambiente circostante che a rimarcare una scalinata o un percorso.

Da terra. Le lampade da terra consistono invece in piantane e in altri modelli di punti luce che vengono posizionati sopra all’erba o al selciato. Possono essere sia funzionali che decorative.

Materiali

Essendo destinate ad essere collocate all’esterno, queste tipologie di lampade molto spesso vengono realizzate con materiali capaci di resistere alle intemperie e agli agenti atmosferici quali materiali termoplastici, alluminio, ferro zincato, fibra di vetro e altri ancora.

Per i lumi destinati ad essere collocati all’esterno in zone riparate, come ad esempio sotto gazebo, tendoni e coperture, vengono utilizzati anche materiali quali legno, ottone e ceramica.

Alimentazione

Le principali fonti di alimentazione per le lampade da esterno sono l’attacco alla corrente elettrica e l’utilizzo di energia solare.

In particolare, le lampade da esterno a led funzionanti ad energia solare rappresentano sicuramente l’immediato presente e il futuro prossimo di questo comparto.

Tra i modelli a pile o a batteria ricaricabile ci sono soprattutto le lampade da campeggio mentre, per ovvie ragioni, l’alimentazione con presa USB non è quella preferibile per questi articoli di illuminazione.

Illuminazione

Com’è ormai noto, la luce led è sicuramente l’espressione luminosa che caratterizzerà per molto tempo l’illuminazione da interni e da esterni.

Con le lampadine alogene messe fuori mercato, infatti, la luminosità a led sarà quella che irradierà gli spazi pubblici e privati per molti anni a seguire.

Allo stato attuale, le lampade da esterno sono quasi tutte provviste di luci led che spiccano molto bene al buio, anche se in vendita ci sono ancora alcuni modelli provvisti di lampadine alogene.

Dimensioni

Le lampade per esterni più comuni possono avere varie dimensioni. Le luci da terra possono avere un forma alta e slanciata, tipica delle piantane, oppure tozza e ridotta, tipica dei cosiddetti modelli a torretta e a lanterna.

Le luci da parete e da incasso, invece, di solito non raggiungono mai grande dimensioni.

Diverso il caso delle luci coreografiche e delle installazioni artistiche, posizionate all’esterno in qualità di elementi di design, che invece possono raggiungere anche notevoli dimensioni.