Mascherine ffp3 : Quali scegliere e quanto durano

Considerando il netto peggioramento della qualità della vita sul pianeta, dovuto ad una proliferazione di virus, batteri, polveri sottili ed emissioni nocive, bisogna dotarsi di strumenti protettivi delle vie respiratorie. Nel dettaglio, si tratta di accessori tascabili che assicurano il buon funzionamento dell’organismo, evitando il contatto con virus e batteri. Ne sono un classico esempio le mascherine FFP3, oggetto di scrupoloso esame nel corso di questa guida.

Quanto durano le mascherine FFP3

A proposito della durata della mascherina FFP3, questo dato importantissimo si rinviene all’interno della scheda tecnica. Per rispondere correttamente alla domanda mascherina FFP3 quanto dura, è fondamentale operare un confronto tra le tipologie esistenti.

In stato di conservazione ottimale, per le mascherine FFP3 senza valvola è prevista una durata massima di 3 anni mentre per le mascherine filtro FFP3 è di 5 anni.

Secondo fonti autorevoli, la durata riportata nella scheda tecnica sarebbe da intendere come semplice indicazione. Infatti, diversi studi scientifici hanno dimostrato che le mascherine FFP3 mantengono inalterate le naturali proprietà, quando sigillate perfettamente.

Come sono fatte le mascherine FFP3

Precisata la durata massima delle mascherine FFP3, l’attenzione è rivolta ai materiali impiegati durante la fabbricazione. Per essere commercializzate, le mascherine antivirus FFP3 devono risultare conformi alla disciplina europea, ossia composte da un triplo strato di tessuto non tessuto filtrante.

Quello esterno ha l’importante funzione di filtrare l’aria in entrata, epurandola dalle particelle più grandi. Intanto, l’intermedio funge da freno per le più piccole e lo strato interno aiuta a conservare la forma della mascherina. Grazie alla speciale struttura, le mascherine FFP3 certificate proteggono chi le indossa da polveri, fumo, aerosol solidi e da liquidi dannosi per la salute.

Codici mascherine a norma in Italia

Per ottenere i benefici descritti, il consiglio è di prestare la massima attenzione al codice riportato sulla mascherina antivirus FFP3. In Italia – già da qualche anno – sono considerati dispositivi efficaci solo le mascherine FFP3 EN 149, a marchio CE. Tali prodotti sono sinonimo di affidabilità e di ottima qualità.

Scendendo nel particolare, la dicitura EN 149:2001 + A1 2009 sottolinea la conformità dei prodotti all’omonima norma tecnica. La stessa merita di essere ricordata per aver meglio precisato il contenuto della precedente EN 149:2001. La disposizione sopra citata pone l’attenzione su dispositivi protettivi delle vie respiratorie e semi-maschere filtranti particelle nocive, fissandone i requisiti di prestazione, prove e le marcature. Inoltre, la normativa suddivide i dispositivi di protezione delle vie respiratorie in due grandi blocchi: monouso o riutilizzabili. Per un pronto riconoscimento, si applica la marcatura NR (non riutilizzabili) mentre ai secondi viene assegnata la sigla R (riutilizzabili), rendendone esplicite modalità di pulizia e di igienizzazione.

Infine, per le mascherine FFP3 lavabili è sancito l’obbligo della marcatura D, accertante un’adeguata protezione da concentrazioni elevate di polveri sottili nell’ambiente. 

Un altro dettaglio, non trascurabile durante la scelta, è rappresentato dalla dicitura del produttore, dell’ente di certificazione e dei test effettuati, evitando prodotti con una certificazione carente.

Quale mascherina FFP3 scegliere

La categoria dei dispositivi protettivi di terzo livello si scinde in due giganteschi blocchi. Da un lato, le mascherine FFP3 usa e getta, dall’altro, le mascherine FFP3 multiuso.

Le prime, una volta indossate per affrontare un turno di lavoro, non sono più in grado di replicare una protezione adeguata mentre le seconde, essendo mascherine FFP3 lavabili, si prestano a molteplici usi. Quando le mascherine FFP3 sono riutilizzabili, il grado di tutela da virus e batteri si mantiene costante nel tempo. Detto ciò, è facile capire perché le vendite di mascherine FFP3 online abbiano avuto un’impennata pazzesca in fase di lotta al Covid.

Potresti essere interessato a: Come riconoscere quali sono le mascherine FFP2 certificate

ed all’articolo: Tampone rapido: Tutte le informazioni necessarie

Quanto tempo si possono usare le mascherine FFP3

Generalmente, le mascherine antivirus FFP3 si possono usare per 8-10 ore, quando indossate in ambienti contaminati. L’unico trucco per aumentare la protezione è l’acquisto di mascherine con filtro FFP3. Così facendo, la difesa da sostanze nocive può sfiorare le 14 ore.

Spesso, capita di avere a che fare con dispositivi monouso, da smaltire al termine del ciclo di utilizzo. Chiaramente, respirando per ore all’interno di una mascherina FFP3 non riutilizzabile, la condensa accumulata riduce progressivamente il potere filtrante del dispositivo protettivo. Un fattore non recuperabile con lavaggi o trattamenti a base di alcool.

Dove acquistare mascherine FFP3

Oggigiorno, è sufficiente digitare mascherine FFP3 dove comprare su un qualsiasi motore di ricerca per scoprire centinaia di e-commerce e di rivenditori online affidabili. Non c’è dubbio sul fatto che le mascherine FFP3 vendite online siano le più aggiornate, dal punto di vista del design, dei materiali e delle tonalità.

Quelli meno abituati a navigare sul web, nell’acquisto delle migliori mascherine FFP3, possono sempre contare sul supporto di farmacie, supermercati e di altri punti vendita sul territorio nazionale. Nell’uno e nell’altro caso, il prezzo mascherine FFP3 supera raramente i 43 centesimi al pezzo.   

Scrivi una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *