Il tagliaerba: i criteri di scelta

Il primo criterio da utilizzare per la scelta del tagliaerba riguarda le dimensioni del prato da curare. Per un piccolo prato, con dimensioni inferiori a 100 metri quadrati, anche un modello a spinta può essere l’ideale. Con il crescere del tappeto erboso è meglio fare affidamento su modelli a motore, elettrico o termico a seconda dei casi. Quando il giardino si trasforma in un grande parco la soluzione migliore diviene l’acquisto di un trattorino, o di un tagliaerba semovente.

I tagliaerba elettrici

Un tagliaerba elettrico monta un motore brushless, decisamente molto silenzioso. Questo ci consente di utilizzare il tagliaerba in qualsiasi momento del giorno e della settimana, senza temere di disturbare eccessivamente i vicini. Ne esistono modelli con cavo, che si collegano ad una presa di corrente e consentono di tagliare in modo accurato anche grandi distese di erba. Più il tagliaerba è potente, migliori sono le sue prestazioni: ci permetterà di tagliare l’erba anche quando è diventata molto alta, senza alcun tipo di problema.

Se per il tuo prato desideri anche una certa versatilità e maggiore maneggevolezza scopri i tagliaerba a batteria. Sono modelli elettrici senza cavo, che permettono di spostarsi per tutta la lunghezza del prato, senza l’impaccio di un cavo elettrico. Oggi si possono trovare tagliaerba elettrici che sono consegnati con più di una batteria, cosa che permette di tagliare fino a 800 metri quadrati di prato ininterrottamente.

I tagliaerba termici a spinta

Un tagliaerba elettrico funziona essenzialmente a spinta: è l’operatore a dover fornire il lavoro necessario a spostare l’apparecchiatura lungo il giardino. Lo stesso avviene con i tagliaerba che montano un motore tradizionale a scoppio, o sarebbe meglio dire termico. Questi attrezzi sono decisamente più rumorosi rispetto a quelli elettrici, ma il problema è compensato da una maggiore potenza e da una scelta molto più ampia. I modelli tradizionali non hanno alcun genere di cavo e si possono usare per varie ore, senza che il motore mostri alcun tipo di problema. Consentono di tagliare anche erba molto alta; ovviamente in commercio si trovano vari modelli di tagliaerba termico, con motori più o meno potenti a seconda dei casi. Più è grande il prato da tagliare e maggiore dovrebbe essere la potenza del tagliaerba, oltre che la dimensione della zona tagliata in una singola passata.

Tagliaerba semoventi

Un tagliaerba semovente si sposta in autonomia, mentre l’operatore pensa esclusivamente a dirigerlo. In commercio se ne trovano di due tipologie: alcuni sono del tutto simili ai modelli a spinta, altri si configurano come piccoli trattorini. Anche in questo caso, più è grande il terreno e più è conveniente acquistare un trattorino. Permette infatti all’operatore di sedere sul tagliaerba durante le operazioni di cura del prato. Se si deve tagliare con regolarità un prato di oltre 4.000/5.000 metri quadrati la scelta di un trattorino si rivelerà particolarmente comoda, rendendo il taglio del prato un passatempo divertente e per nulla stancante.

I modelli semoventi da manovrare in modo classico sono ottimi prodotti; il fatto che si spostino da soli toglie parte del peso del taglio del prato all’operatore; quindi anche questi attrezzi sono ideali per chi possiede un grande prato. Solitamente però sono anche molto meno costosi rispetto a un trattorino, se quindi si ha un budget meno importante un tagliaerba di tipo tradizionale è la scelta migliore.

I robot tagliaerba

Negli ultimi anni si sta diffondendo anche l’uso di robot tagliaerba. Ad oggi però queste apparecchiature offrono ancora qualche problematica. Ad esempio la gran parte dei modelli si sposta al meglio solo su terreni pianeggianti, privi di qualsiasi genere di asperità. Inoltre non possiedono un cesto per gli sfalci, si utilizzano infatti per uno sfalcio “continuo”: di fatto sono attivi quasi ogni giorno, in modo da dover rimuovere solo una piccola porzione dei fili d’erba, da lasciar poi cadere a terra.

Scrivi una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.