Come scegliere le tende giuste per arredare casa

“Casa” è il luogo in cui ognuno di noi si sente a suo agio, un microcosmo perfettamente in sintonia con il nostro essere e i nostri desideri. Il modo di arredare la nostra casa dice molto di noi, ma non è necessario spendere un’enorme quantità di tempo e di denaro per conferire alla nostra abitazione un’aria confortevole e in linea con i nostri gusti. Ci sono tantissimi fattori che possiamo considerare nella scelta. Infatti, per arredare al meglio una casa non serve concentrarsi esclusivamente su mobili e complementi d’arredo (magari ingombranti e costosi), ma spesso basta un po’ di attenzione ai dettagli. Per esempio, se vogliamo rendere i nostri spazi ancora più accoglienti, potremmo puntare sulle tende. Ad alcuni piacciono, altri invece temono che eclissino un po’ la luce naturale, ma in realtà sono un accessorio importantissimo. Le tende non sono un semplice dettaglio trascurabile in uno spazio abitativo, ma sono sia utili che pratiche, perché possono aiutarci a migliorare l’atmosfera della nostra casa e a gestire al meglio l’illuminazione.

Va da sé quindi che è fondamentale scegliere le tende adatte ad ogni ambiente della nostra casa, e per farlo vanno presi in esame diversi fattori. Prima di tutto, la praticità: perché vogliamo mettere una tenda? Per decorare, nascondere o creare una luce più soft? Ci serve più privacy, magari in bagno? Oppure vogliamo semplicemente rinnovare la stanza? Una volta chiarita la sua funzione, decidere quale tenda cercare sarà più facile: basterà visitare un negozio fisico o virtuale che offre un vasto assortimento di tende ed iniziare la ricerca! Ecco altri fattori da valutare.

Non tutti i materiali vanno bene

A seconda dell’utilizzo e del posizionamento che avrà la tenda, dovremmo scegliere un materiale diverso. Questo è di fondamentale importanza, se non vogliamo ottenere un risultato deludente. La scelta cade primariamente tra un tessuto leggero e uno pesante.
I tessuti leggeri, come il lino o il cotone (magari tinti di colori tenui o di bianco) vanno bene se volete che la stanza resti molto ariosa e luminosa, perché non bloccano i raggi solari, ma ne diffondono la luminosità in modo più soffuso.
I tessuti più pesanti, invece, sono perfetti se cercate più privacy (magari da qualche vicino un po’ troppo curioso) e isolano anche un po’ a livello acustico.
Ovviamente la qualità del tessuto fa la differenza: se è bassa si rischia che la tenda si rovini o che si scolorisca, e la dovremmo sostituire. L’importante è che sia garantita e anallergica se in casa qualcuno soffre di allergia alla polvere, o che venga lavata di frequente per evitare accumuli di polvere.

Un tocco di colore che arreda

Quando si deve scegliere il colore ci si trova di fronte a un bivio: scegliere una tonalità che riprenda quello della stanza (una scelta più “safe”) oppure scegliere un colore completamente diverso che spezzi un po’ la monocromia. Quest’ultima opzione può essere più rischiosa, non andrà bene un qualsiasi colore, ma uno complementare alla stanza o che magari richiami un singolo dettaglio o un mobile specifico. Ci si può davvero sbizzarrire abbinando il colore delle tende a una parete colorata, a un decoro, a un quadro o anche alla modalità d’uso. Le fantasie possono essere rischiose, ma sono perfette per esempio in una casa vacanza o nelle stanze dei bimbi. Se si ha paura di esagerare, optate per il bianco: sta bene sempre e mantiene i vostri ambienti luminosi.

Ad ogni finestra la sua misura

A seconda dell’effetto che vogliamo ottenere, dobbiamo prestare attenzione alle misure della tenda. Prima di tutto quindi armiamoci di metro e matita e misuriamo infissi e vetrate. Dopodiché, basta usare la fantasia. Vogliamo dare alla nostra camera da letto un aspetto più barocco e teatrale? Scegliamo una tenda a strascico, che prosegue sul pavimento per qualche centimetro. L’effetto ottico di verticalità farà sembrare più ricercato il nostro ambiente e sarà perfetto per mettere in evidenza un pavimento in parquet o di pregio. Vogliamo far apparire più alta la stanza? Scegliamo una tenda semplice e rettangolare che copra l’intera intelaiatura (senza pieghe né avanzi di tessuto, magari a scorrimento). È perfetta per ambienti moderni o stanze adibite a studio/ufficio. Una volta montata, se scelta bene una tenda riuscirà a valorizzare qualsiasi ambiente.

Scrivi una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.