Cantinette per vini: classe A, frigo, in legno e a incasso

Se sei un amante di vini avrai sicuramente sentito parlare, o sarai già in possesso, di cantinette per vini a classe energetica A, frigo, in legno oppure a incasso. Quelli appena citati sono tutti modelli di cantinetta per vini che possono servire per riporre le etichette più pregiate e le migliori bottiglie di una collezione. Al contempo, una cantinetta può anche rappresentare un complemento di arredo tematico e funzionale per osterie, ristoranti, taverne, cantine e spazi domestici rustici o moderni.

Le tipologie di cantinette per vini

A tutt’oggi, in commercio esistono varie tipologie di cantinette per vini.

Come anticipato nel prologo, una cantinetta può essere più o meno refrigerata, realizzata semplicemente in legno e può essere collocata ad incasso oppure a libera installazione.

Nel caso di una cantinetta frigo è molto importante considerare anche la classe di efficienza energetica. Un prodotto del genere, infatti, rimane sempre acceso, 24 ore su 24, e quindi sarebbe preferibile scegliere un articolo con una buona classe energetica; la più frequente è la classe A, ma per cantinette particolarmente capienti è consigliato anche considerare le classi di efficienza energetica A+, A++ e A+++.

Approfondiamo la conoscenza dei vari modelli di cantinette per vini.

Cantinetta Frigo

Le cantinette frigo per vini possono essere di due tipi principali.

Senza compressore. Questi articoli raffreddano in base al principio di funzionamento delle celle di Peltier; questi tipi di cantinetta non raffreddano oltre una determinata soglia di gradi sotto la temperatura ambiente (normalmente oltre 16°). Di questa categoria fanno parte le cantinette a doppia temperatura, organizzate strutturalmente in due settori per un raffreddamento diversificato delle etichette.

Cantinette climatizzate. Includono un compressore raffreddante. Di norma sono più affidabili e possono essere collocate anche in spazi più caldi. La loro temperatura si mantiene costante in ogni ambiente.

Cantinetta in legno


Consiste di un semplice modello di cantinetta di aspetto artigianale nel quale manca il sistema di raffreddamento.

Di norma appare come un mobiletto con più scaffalature e vari alloggiamenti per il posizionamento delle bottiglie.

La principale utilità di una cantinetta di questo tipo è quella di poter disporre le etichette in uno spazio dedicato e di poter mantenere le bottiglie in posizione orizzontale.

Sebbene l’informazione sia quasi superflua, infatti, ricordiamo che le bottiglie di vino vanno sistemate orizzontalmente per evitare che il tappo si secchi; seccandosi, infatti, potrebbero venire a formarsi delle fessure nelle quali l’aria potrebbe insinuarsi facendo ossidare il contenuto della bottiglia.

Cantinetta ad incasso


Le cantinette per vini ad incasso hanno misure standardizzate e differiscono da quelle a libera installazione che invece possono avere grandezze diverse.

In linea generale, una cantinetta ad incasso misura circa 60 per 60 cm per 80 centimetri. La ragione di questa misurazione risiede nel fatto che questi prodotti devono essere posizionati nei modelli più classici di cucine.

In commercio, comunque, per venire incontro alle esigenze di ristoranti, hotel e di altre strutture ricettive, ci sono anche cantinette da incasso grandi quanto un comune frigorifero.

Vuoi gustare un vino nel migliore dei modi e fargli sprigionare tutto il bouquet aromatico? Allora quello che ti serve è anche un ottimo decanter.

Scrivi una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *