Cos’è Alexa e come funziona

Gli ultimi anni sono caratterizzati da un crescente interesse per la progettazione di smart home, tanto da essere ribattezzate le case del futuro. Oggigiorno, sia online che nei negozi di elettronica, è possibile visionare una serie di prodotti fortemente legati al concetto di smart home. Tra i prodotti solitamente impiegati nella costruzione di un ambiente domestico intelligente, merita una speciale menzione Alexa, l’intelligenza artificiale messa a punto da Amazon e presentata al mondo nel 2014.

Cosa la rende unica? Sicuramente, la compatibilità con tanti altri dispositivi ma anche l’ottima reattività ai comandi inviati dall’uomo. Detto ciò, è tempo di approfondire le molteplici funzionalità e i vantaggi offerti da Alexa.

Che cos’è Alexa

Richiamando le parole degli sviluppatori, Amazon Alexa è un’intelligenza artificiale, basata su un complesso sistema cloud, che viene incontro alle più disparate esigenze di genitori e figli, sotto forma di assistente vocale.

Per poter operare al massimo delle sue capacità, Amazon Alexa ha bisogno di un vero e proprio speaker e di alcuni dispositivi smart quali lampadine, lampade da terra e Tv oled per citarne alcuni, in grado di supportare il sistema pensato da J.P. Bezos, fondatore della più grande società di commercio elettronico.

In sintesi, Alexa Voice Service (AVS) è quel software, integrato in Amazon Echo o in speaker di altre marche, per rispondere a domande su svariati argomenti, per giocare con la famiglia, per riprodurre della buona musica in un momento di relax oppure per attivare dispositivi della smart home.

Nelle abitazioni del futuro o meglio di oggi, l’accesso ai device in cucina, in soggiorno o nella camera da letto diviene un gioco da ragazzi.

Come funziona Alexa

Definito adeguatamente il servizio, l’attenzione si sposta sul funzionamento.
Per cominciare, bisogna scaricare l’applicazione Amazon Alexa da uno dei principali store per poi installarla su smartphone o tablet.
Una volta effettuato l’accesso con il proprio account Amazon, basterà un semplice click per la sincronizzazione tra l’intelligenza artificiale e lo smart speaker. Terminata questa breve operazione, servirà pronunciare la parola magica “Alexa” per placare la personale sete di conoscenza.
In seguito, la parola di attivazione standard può essere sostituita con “Amazon“, “Echo” o “Computer“.

Skill di Alexa

È importante sapere che le funzionalità di Amazon Alexa si suddividono in due grandi blocchi: quelle native e i servizi offerti da terze parti.
Questi ultimi entreranno in funzione dopo aver attivato la skill di Alexa dall’apposita sezione. Ad oggi, le skill di Alexa, disponibili per il mercato italiano, sono talmente tante da dover essere raggruppate per categoria (nuovi arrivi, affari e finanza, bambini e ragazzi, casa intelligente, cibo e bevande, consultazione ed informazioni, film e tv, giochi e quiz, informazioni sulla città, meteorologia, musica e audio, notizie, produttività).

In particolare, tra le facoltà gratuite native, ci sono le richieste inerenti al meteo, a date storiche, a festività nazionali o a generi musicali come il rap, l’hip hop, il rock e tanti altri ancora. Inoltre, grazie ai costanti aggiornamenti, scaricati in automatico, l’esperienza con Amazon Alexa migliora di giorno in giorno.

A cosa serve Alexa

Attualmente, Amazon Alexa si presta a molteplici impieghi. Innanzitutto, è un innovativo sistema capace di attingere risposte da molte fonti, lasciando gli utilizzatori più che soddisfatti. Nello specifico, quando si tratta di quesiti di cultura generale, la ricerca ha inizio da Wikipedia mentre se la domanda concerne una ricetta, la risposta riprende quanto riportato su Giallo Zafferano.
Se, invece, la richiesta dell’utilizzatore interessa la riproduzione di un brano musicale, Alexa lo trova grazie ad Amazon Music. Insomma, c’è spazio per le ricerche sul web ma anche per l’intrattenimento con lo streaming di film e serie tv compresi in Amazon Prime.

Altresì, è possibile ordinare un prodotto da Amazon mediante Alexa, senza dover “sprecare” tempo a scorrere tra le pagine e scegliere il prodotto. Infine, basta un comando vocale per un controllo dei consumi giornalieri di luce, acqua e gas, tracciati da accessori smart, al fine di conseguire un buon livello di efficientamento energetico. Non a caso, si parla spesso di Alexa home assistant per racchiudere in una breve espressione quella capacità di gestire gli ambienti interni utilizzando dei comandi vocali. Per consentire ad Alexa la gestione simultanea di lampadine Alexa, lampade da terra, termostati smart ed altri dispositivi, potrebbe essere necessaria una skill in abbonamento.

Gli Amazon Echo

Benché Alexa svolga un duro lavoro tra ricerche sul web, ordini, intrattenimento e gestione di svariati device, ha bisogno di Amazon Echo per poter comunicare i risultati acquisiti. Dunque, non può prescindere da uno smart speaker ossia un altoparlante in grado di collegarsi al WiFi per poter svolgere funzioni di segretario e maggiordomo.

Nonostante, la linea Echo sia stata presentata nel novembre del 2014, è giunta in Italia solo nell’ottobre del 2018. All’interno della linea, in continuo aggiornamento, meritano una speciale menzione i nuovi Amazon Echo ed Alexa Echo dot. Il primo è uno smart speaker di grandezza media con una qualità dell’audio che non trova precedenti. Il secondo è un’offerta da non lasciarsi scappare, considerando il rapporto qualità/prezzo. Entrambi hanno il vantaggio dell’accesso ad Alexa di 4 generazione con tutte le funzionalità sopramenzionate.

Non può essere tenuta nascosta l’implementazione di Alexa Echo Show, inserendo uno smart display da più di 10 pollici per le videochiamate e per le foto di famiglia. Di recente, alla grande famiglia Amazon Echo, si è aggiunto anche Echo Flex per un controllo rapido di tutti i dispositivi presenti nella smart home.

Offerta
(5150)
  • Rendi ogni ambiente più intelligente – Questo dispositivo Echo con spina integrata ti permette di usare Alexa in più ambienti di casa tua.
  • Alexa è felice di aiutarti – Gestisci la tua vita quotidian...

Altri dispositivi che si possono collegare con Alexa

Come anticipato, il sistema Amazon Alexa beneficia della compatibilità con dispositivi appartenenti a differenti categorie come cuffie Bluetooth, luci e robot aspirapolvere, giusto per fare degli esempi. Per avviare la sincronizzazione tra auricolari ed intelligenza artificiale, il passaggio da compiere è collegare le cuffie allo smartphone, via Bluetooth, così da visualizzarle poi sull’app di Alexa.

Di seguito alcuni dispositivi ed accessori compatibili con Alexa per una casa intelligente:

Offerta
(1006)
  • Confezione da 2 pezzi
  • Accesso remoto - controlla i dispositivi connessi allo smart plug ovunque ci sia internet utilizzando la app tapo sul tuo smartphone
  • Pianificazione - programma lo smart plug per...
(1513)
  • CONTROLLO VOCALE: controlla le tue lampadine intelligenti ANTELA tramite la tua voce con Alexa o Google Home Assistant. Basta dare un semplice comando vocale per accendere / spegnere o aumentare / ...
Offerta
(3270)
  • Questo bundle è formato da un Echo (4ª generazione) e una Philips Hue Lampadina Connessa (E27) – tutto ciò che ti serve per creare la tua Casa Intelligente.
  • Audio di alta qualità - Echo ti offre alt...
Offerta
(1330)
  • Accesso remoto - controlla i dispositivi connessi allo smart plug ovunque ci sia internet utilizzando la app tapo sul tuo smartphone
  • Pianificazione - programma lo smart plug per fornire automaticame...

Faq – Domande frequenti

Quanto costa Alexa?

Alexa, se intesa come servizio tuttofare, è gratuita. Tuttavia, per poter funzionare al meglio, ha bisogno di uno speaker. Per fortuna, la linea Echo propone dei modelli per tutte le tasche. Infatti, il range di prezzo parte dai 19,99 per il modello più datato fino ai 229,99 euro per l’attuale top di categoria.

Come funziona Alexa?

E’ un sistema offrente risposte precise in base ai comandi vocali ricevuti

Come collegare Alexa alla tv?

Una volta accertata la compatibilità della Smart TV con i comandi vocali di Alexa, bisogna semplicemente collegare alla stessa rete internet sia il televisore che il dispositivo di controllo. Quest’ultimo potrebbe essere uno smartphone, un tablet oppure uno speaker della gamma Echo.

Come configurare Alexa?

Il primo passo per la configurazione di Alexa implica l’installazione dell’omonima App sullo smartphone (disponibile per iOS e per Android). Aperta l’App, al primo accesso, si chiede all’utente di inserire le credenziali dell’account Amazon. Una schermata invita alla configurazione di un dispositivo di controllo e all’attivazione del Bluetooth sullo smartphone. In particolare, quando si tratta di un accessorio della linea Echo, si noterà l’accensione di una spia arancione che conferma l’avvenuto riconoscimento da parte del cellulare.

Come collegare Spotify ad Alexa?

La procedura per instaurare un collegamento tra Spotify ed Alexa è abbastanza semplice. La prima cosa da fare è scaricare l’App di Alexa su smartphone o tablet. Completata l’installazione, bisogna spostarsi sulle impostazioni dove compare la sezione musica. All’interno della sezione musica, selezionare la voce Spotify. Infine, basta inserire le credenziali del proprio profilo per accedere a milioni di brani attraverso comandi vocali.

Come attivare e spegnere Alexa?

Attivare e spegnere Alexa è un’operazione alla portata anche dei meno esperti in materia. Infatti, per l’accensione di Amazon Echo, basta pronunciare il comando di attivazione. Fatto ciò, si materializza un anello luminoso che conferma l’avvenuta accensione. Per spegnere il sistema, invece, vengono utilizzate frasi semplicissime del tipo “Alexa, basta” oppure “Alexa, stop”.

Perché Alexa lampeggia giallo?

Se l’anello luminoso del dispositivo di controllo diventa giallo, vuol dire che c’è una notifica oppure un messaggio da ascoltare.

Come resettare Alexa?

Talvolta, per risolvere i problemi e malfunzionamenti di Alexa, magari riconducibili al collegamento WiFi, basta un reset mediante il riavvio del dispositivo. Una tecnica comune, utilizzata anche per PC e smartphone. Altre volte, quando le difficoltà persistono da diverso tempo, è consigliato riportare il dispositivo allo stato di fabbrica. Per fare questo, bisogna tenere premuti simultaneamente i tasti relativi alla disattivazione del microfono e al volume per circa 20 secondi. Se l’operazione è andata a buon fine, l’anello luminoso diventa arancione in attesa di una nuova configurazione.

Scrivi una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *