5 consigli per scegliere le porte interne di casa

La scelta delle porte da interno per la casa può sembrare un’operazione semplice, ma in realtà richiede particolare attenzione, perché le porte interne hanno un’importanza sia a livello funzionale sia come elemento d’arredo, perché può essere strategico per esaltare il design e lo stile interno della casa.
In questo articolo abbiamo selezionato 5 consigli per le porte interne di casa perfettamente abbinate con gli ambienti.

Informarsi sulla struttura della porta

Prima di acquistare la porta adatta alla vostra casa, il consiglio è di informarsi sulla struttura della porta, perché il serramento non è solo ciò che vediamo all’esterno. Ci sono delle componenti che incidono sul design e la funzionalità, come le cornici, che nascondono le giunture con il telaio, il controtelaio, che riveste il vano porta e la porzione di muro che accoglierà il serramento. Ci sono poi le cerniere, che sanciscono il tipo di apertura, e le guarnizioni, indispensabili per l’isolamento termico e acustico. 
Le misure standard di una porta sono 80×120 ma in commercio ci sono numerosi modelli fuori standard e, all’occorrenza si possono anche realizzare con misure personalizzate.
Conoscere questi elementi è una guida per capire le preferenze di apertura, le finiture e tutti i dettagli.

Prendere bene le misure

Prima di procedere all’acquisto della porta, è fondamentale conoscere tutte le misure, sia dell’altezza e della larghezza, sia dello spazio occupabile dalla porta, ossia la profondità. Se non si è pratici, è meglio affidarsi a un tecnico esperto.

Conoscere la varie tipologie di porta

Ci sono diverse tipologie di porte interne che si distinguono principalmente per il tipo di apertura. La scelta va effettuata in base alle esigenze e alla disposizione degli ambienti. Se la casa è oggetto di ristrutturazione e si desidera puntare sulla sicurezza, si possono prediligere i modelli di porte blindate che rientrano nel bonus casa che permette di avere uno sconto del 50%.

I modelli più diffusi di porte per interni sono:

  • porta a battente: si apre e si chiude verso l’interno o verso l’esterno grazie a delle cerniere. Può avere un’anta o due a second della grandezza;
  • porta scorrevole: è la soluzione più compatta della porta a battente. Permette al serramento di scorrere nel controtelaio non occupando spazio verso l’esterno:

    porta a libro: è un’altra soluzione salvaspazio che evita di realizzare lavori interni al muro perché la chiusura ha dei pannelli multipli che si chiudono a fisarmonica su loro stessi.

Scegliere il materiale giusto

Il materiale è essenziale per abbinare in maniera corretta le porte allo stile e anche in base all’uso e alle preferenze di gusto. Si possono avere porte in vetro, legno, pvc. Nelle grandi città, se si abita in palazzi di pregio, la scelta del materiale è fondamentale. Si consiglia di rivolgersi ad aziende specializzate con un’ampia scelta di porte da interno a Roma per avere a disposizione molteplici opzioni per ogni esigenza.

Selezionare con cura le finiture

L’estetica della porta è importante, soprattutto se la casa è finemente arredata. Il consiglio è di selezionare tra diverse finiture possibili, così da scegliere quella ideale. In commercio infatti le soluzioni sono infinite ed è importante cogliere l’occasione per scegliere con attenzione un elemento d’arredo, come la porta, che sarà lì per anni. Ci sono le porte laccate, opache o brillanti. E posi si può giocare con i disegni e varie texture a seconda del materiale.

Scrivi una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *