Il miglior camino bioetanolo del 2021

Un camino bioetanolo è un tipo di sistema di riscaldamento – simile alle stufe a bioetanolo – esteticamente accattivante, che non necessita di allaccio al gas o di canna fumaria.

I camini a bioetanolo funzionano grazie a questo combustibile, il bioetanolo appunto, derivato dalla fermentazione di scarti agricoli ricchi in zucchero, come ad esempio il mais.

Esistono moltissimi camini bioetanolo esteticamente meravigliosi ed adatti ad arricchire qualsiasi design, ma il migliore, per prezzo e reperibilità, è per noi il Camino bioetanolo Deka Riviera Deluxe, anche a gel.

E’ un esempio di risparmio e piccole dimensioni, che comunque, non sempre sono una priorità. Vediamo allora come trovare il camino bioetanolo più adatto.

5 fattori fondamentali per la scelta del camino al bioetanolo perfetto

Un biocamino non è solo un sistema di riscaldamento, come potrebbe essere una stufa al bioetanolo, ma è anche un elemento di arredo.

Ciò che salta subito all’occhio di un caminetto bioetanolo non è la potenza, o l’efficienza energetica, ma il design.

Non ci si deve far confondere solo dalla bellezza: bisogna anche fare estrema attenzione, prima dell’acquisto di un biocamino, ad altri fattori fondamentali come le dimensioni della stanza dove si collocherà il caminetto a bioetanolo, il tempo di autonomia con un pieno e naturalmente il prezzo.

Potenza

I camini bioetanolo sono prodotti ecologici, dal consumo ridotto, che funzionano grazie ad un serbatoio di pietra porosa (nel quale va il combustibile) e ad un bruciatore.

La pietra tiene separati fiamma e combustibile e permette di generare calore senza emissioni. Ecco spiegato semplicemente il biocamino come funziona.

L’efficienza di questo sistema e le sue dimensioni permettono di avere vari tipi di biocamino bioetanolo: quelli con una potenza non superiore ai 2000 W e quelli molto potenti, capaci di raggiungere i 5000 W.

La potenza è un fattore essenziale perché influenza l’autonomia del caminetto a bioetanolo, che è un altro aspetto essenziale da considerare all’acquisto.

Tempo di autonomia

Generalmente un camino bioetanolo ha un’autonomia media della fiamma di 3 ore e 30 minuti con 2 litri di bioetanolo. L’autonomia dipende solitamente dalla potenza del biocamino, dalle dimensioni e, in parte, anche dalla qualità del carburante usato.

Alcuni camini bioetanolo scaldano in realtà con molta più efficienza, raggiungendo le 3 ore e mezza con solo 1 litro di bioetanolo.

Questi sono comunque prodotti d’élite, eccezioni, costosi e non accessibili a tutti.

Per evitare sprechi mantenete sempre il bioetanolo in un luogo fresco e asciutto.

Di fatto comunque i caminetti in bioetanolo sono un’ottima scelta per chi vuole consumare poco, anche senza arrivare ai prodotti di alta gamma, perché 1 litro di bioetanolo ha un costo che si aggira attorno ai 4 €.

Dimensioni della stanza da scaldare

Come con le stufe a bioetanolo, non si può pretendere che un camino a bioetanolo possa sgelare un’intera casa.

dimensione-della-stanza-camino-bioetanoloUn camino a bioetanolo scalda, a causa delle sue dimensioni e forme, vani di dimensione non superiori ai 40 mq. Questo valore può leggermente aumentare in base alla potenza del biocamino, fino a raggiungere i 70 mq dei camini in bietanolo da 5000 W. Ma sono eccezioni.

I caminetti bioetanolo devono quindi essere scelti solo allo scopo di completare il sistema di riscaldamento casalingo. Una scelta diversa potrebbe comportare la totale inutilità del biocamino.

Design

Ad essere sinceri, ciò che più di ogni cosa sposta la scelta di acquisto verso un camino bioetanolo, invece che verso altri sistemi di riscaldamento, è la sua bellezza.

Un camino al bioetanolo è un elemento di arredo salva spazio, che può avere varie forme e collocazioni all’interno di una stanza.

Si possono reperire in commercio camini bioetanolo da incasso, biocamini da parete anche molto piccoli, biocamini da terra. Tra questi esiste persino il biocamino da tavola o quello a isola, elementi di arredo tanto funzionali quanto belli.

camino-bioetanolo-design

La tipologia più diffusa comunque è il caminetto bioetanolo da parete.

Il design del prodotto, spesso associato alla marca va naturalmente ad influenzare il prezzo, che è l’ultima variabile da tenere sempre in considerazione prima dell’acquisto.

Prezzi camini bioetanolo

I caminetti bioetanolo, essendo molto diversi fra loro, hanno prezzi variabilissimi, influenzati dalla marca, dalle dimensioni del biocamino, dall’estetica, dalle prestazioni e da eventuali complementi tecnologici.

Esistono camini bioetanolo di design che possono raggiungere anche i 3500 – 5000 €, i quali non rappresentano comunque una scelta obbligata per chi vuole un prodotto di qualità.

Ci sono poi caminetti a bioetanolo che sono puri capricci per l’occhio, da appena 50 €.

Il consiglio è quello di scegliere prodotti intermedi, fra i 500 ed i 600 €, i quali garantiscono un’alta efficienza ed un estetica che nulla ha da invidiare ai biocamini top di gamma.

Il miglior camino bioetanolo

Bello, resistente, ibrido e pure economico, il migliore camino bioetanolo di quest’anno è senza dubbio il camino a gel/bioetanolo Deka Riviera Deluxe.

Questo biocamino da parete ibrido è un prodotto versatilissimo, con un costo imbattibile che può variare dai 150 ai 189 €.

Garantisce 3 ore di calore costante con 1 litro di bioetanolo ed è perfetto per una stanza di circa 25 mq.

L’elemento in più di questo biocamino è l’estetica, che a volte manca in prodotti dallo stesso valore commerciale. Disponibile in bianco, nero, rosso e su richiesta anche in altri colori, è fatto in metallo con verniciatura a polvere che gli conferisce un fascino di lusso.

Se non dovesse essere disponibile, cosa rara data la grande richiesta, si può optare il design italiano del Caminetto a bioetanolo ecologico Carlo Milano, da parete, capace di riscaldare una stanza di 20 mq.

Caminetto bioetanolo da parete: il più bello

Per chi volesse un design prorompente ma funzionale la soluzione esiste ed è il camino a bioetanolo elettrico Imagin.

Stondato e di colore bianco è un prodotto dal casto un po’ elevato per le sue prestazioni ma vincente dal punto di vista dell’estetica.

Offre 3 ore e mezza di autonomia con un litro di bioetanolo ed ha una potenza di 2000 W.

Uniche note dolenti il prezzo, 336,25 €, e le dimensioni del serbatoio che può accogliere fino a solo 1 litro di carburante. Tranquilli: la naturalezza delle forme addolcisce completamente l’eventuale pena nell’acquisto.

Il miglior camino bioetanolo mobile

Fino ad ora sono state proposti camini a bioetanolo statici, ma esistono anche biocamini mobili ed il migliore fra loro è il caminetto al bioetanolo Stones movibile.

Costituito da vetro temperato e una base in metallo nera, ha un bruciatore a doppio strato da 1 litro. E’ fornito di un utilissimo sistema di controllo della fiamma, non sempre presente in prodotti della stessa categoria. Un plus di tutto rispetto.

Ulteriore pregio, il prezzo: può essere portato a casa con soli 234,66 €.

Il miglior camino bioetanolo da incasso

Per chi volesse un camino bioetanolo da incasso, capace di fare un’ottima figura all’interno di un soggiorno moderno ed ordinato, il consiglio è di provare il caminetto a bioetanolo da incasso Rubyfires Riano.

Abbinabile a differenti stili di cornice, può essere anche inserito direttamente all’interno di pareti in cartongesso.

Nonostante il suo design accattivante e le prestazioni perfettamente nella media dei concorrenti, lo si può ottenere con una spesa piuttosto bassa, di soli 224,58 €

Questo è ciò che sorprende di più gli utenti che lo hanno già acquistato: la possibilità di ottenere molto con una spesa più ristretta.

Come sono stati scelti i prodotti

Riguardo ai camini bioetanolo opinioni contrastanti si trovano nel web, generate principalmente dalle diverse necessità dei consumatori che si approcciano all’acquisto di questo prodotto.

Per poter selezionare al meglio i migliori camini bioetanolo abbiamo diviso la selezione delle recensioni degli utenti in tre momenti: la valutazione del design, la valutazione dell’efficienza energetica e della funzionalità del prodotto e le opinioni complessive.

Inoltre è stata presa altamente in considerazione la reale reperibilità online dei caminetti a bioetanolo più apprezzati.

Solo così si è concretizzata la selezione dei migliori veramente acquistabili e qualitativamente impeccabili.

Uso, cura e manutenzione di un camino bioetanolo

I camini a bioetanolo sono per definizione dei complementi di arredo e dei sistemi di riscaldamento che richiedono una scarsissima manutenzione. Alcune piccole regole è comunque utile seguirle per evitare di incorrere in piccole inefficienze del prodotto acquistato.

Le indicazioni di manutenzione sono molto simili a quelle raccomandabili per una stufa a bioetanolo:

  • Non versare il biocombustibile nel bruciatore quando è ancora caldo.
  • Non far asciugare mai completamente il tampone di lana che costituisce parte del bruciatore. Ciò per evitare l’aumento dei consumi medi del biocamino.
  • Mantenere le taniche di bioetanolo in un luogo fresco ed asciutto. E’ un alcol, potrebbe evaporare e provocare esalazioni spiacevoli.

Detto ciò rimane il lasciarsi andare al piacevolissimo relax che solo una calda fiamma può donare durante i temuti freddi invernali.

Scrivi una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *