I migliori baby monitor del 2021

Come scegliere i baby monitor con la nostra guida alla acquisto

Il baby monitor è un assoluto must have per tutti i genitori.

Attraverso questo dispositivo, infatti, papà e mamma possono avere sempre sotto controllo il loro bimbo attraverso la ricezione di segnali audio e video.

A tutt’oggi il comparto delle telecamere per neonati include molti modelli offerti da marche quali Philips, Motorola, Chicco e Foppapedretti, solo per nominare le più famose.

Uno strumento simile, ovvero un analogo rilevatore di suoni e di movimenti, è l’Angel Care, una sorta di pannello sensore che viene posto sotto il materasso del piccolo.

SOMMARIO

I 5 fattori per la scelta del miglior baby monitor

Tipologia

I baby monitor possono distinguersi in due macrocategorie: audio e audio/video.

La categoria dei baby monitor audio consorzia tutti quei dispositivi che permettono di ascoltare, in diretta, tutto ciò che sta accadendo nella camera del bambino. Una radiolina per neonati di questo tipo, quindi, registra e rimanda pianti, lamenti e parole del bimbo, così come qualunque altro tipo di rumore.

Di norma, un baby monitor audio si compone di due unità: quella fissa del bambino e quella corrispondente del genitore, che può essere di tipo fisso o mobile, a seconda delle singole necessità.

Alcuni baby monitor audio più all’avanguardia dispongono di un ulteriore canale di comunicazione, attraverso il quale è possibile parlare o sussurrare al piccino per infondergli calma e per rassicurarlo.

I baby monitor audio/video, invece, come facilmente immaginabile, permettono anche di vedere cosa sta accadendo nella stanza del bimbo.

Gli strumenti appartenenti a questa categoria dispongono di una micro camera inserita nell’unità bambino, che rimanda visivamente quanto sta accadendo al dispositivo del genitore; quest’ultimo può essere costituito da un apparecchio specifico, oppure da un device tecnologico, quale tablet e smartphone, che può trasformarsi in un’unità genitoriale dopo aver scaricato delle app dedicate.

Portata

La portata è un elemento fondamentale perchè descrive la distanza che può essere raggiunta e coperta dal segnale del baby monitor.

Detta in altri termini, la portata esprime la distanza entro la quale le due unità sono capaci di procedere alla ricezione del segnale di trasmissione. In fase di acquisto questo fattore va ponderato attentamente perché la portata di un dispositivo potrebbe non essere sufficiente a coprire gli spazi della nostra casa.

Per valutare se la portata di un baby monitor può fare alle nostre esigenze è necessario conoscere la distanza che intercorre dalla camera del piccolo al punto della casa più distante da essa nel quale potremmo trovarci.

In linea di massima, la copertura del segnale in uno spazio interno oscilla dai 20 ai 50 metri , mentre all’esterno arriva anche a coprire 150 metri. Oltre a questo, andrebbero messi in conto anche le possibile interferenze con radio e altri strumenti simili presenti in casa.

A tale proposito, va detto che ogni baby monitor dispone di un certo numero di canali di ricezione e la loro presenza è inversamente proporzionale al numero di interferenze. In altre parole, maggiore è il numero di canali e minore sarà la possibilità di incappare in interferenze.

L’eccezione a quanto detto è rappresentata dai modelli audio/video collegati tramite Wi-Fi a tablet e smartphone; in questo caso le limitazioni alla distanza e al numero di canali vengono a decadere a patto di rimanere nel raggio d’azione del router.

Funzioni

Le funzioni di un baby monitor riguardano sia il suo livello di sorveglianza sia le possibilità che abbiamo di interagire con il piccolo, pur non essendo fisicamente presenti dentro alla sua stanza.

Per quanto concerne il grado di sorveglianza, un baby monitor può essere dotato delle seguenti funzioni:

  • Rilevazione dei rumori. Attraverso questa funzione il genitore può udire quanto avviene nella stanza del piccolo.
  • Rilevazione del respiro. In questo caso un genitore viene avvertito quanto si verificano delle pause respiratorie che si prolungano oltre un dato periodo di tempo.
  • Indicatori Led. La loro crescente illuminazione esprime l’aumento dello stato di agitazione del bimbo.
  • Visuale a infrarossi. È una funzione tipica dei baby monitor video che dà ai genitori l’opportunità di vedere dentro la stanza del piccolo anche al buio.

Riguardo alle possibilità di interagire con il piccolo, un baby monitor può essere provvisto di:

  • Comunicazione a due vie. Questa funzione permette di parlare al piccolo per provare a calmarlo in caso di pianti o lamenti.
  • Luci. Di solito consistono in proiezioni di animaletti e stelline che hanno il compito di calmare il bimbo.
  • Ninne nanne. Canzoncine che i genitori possono attivare spesso anche da remoto.
  • Rilevatore di temperatura. Sistema in grado di rilevare il grado di calore e l’umidità presente all’interno della stanza.

Oltre a quanto elencato fin qui, inoltre, un baby monitor può anche includere una rubrica con numeri d’emergenza.

Marche

Tra le marche più famose di baby monitor, di strumenti simili quali gli angelcare, e di altri articoli per la prima infanzia figurano Philips, Foppapedretti, Motorola e l’immancabile Chicco.

Tra i modelli più rinomati spiccano il baby monitor Avent, il baby monitor Nanny e altre tipologie di dispositivi audio, audio/voce e audio/video.

In questa sede, comunque, specifichiamo una volta di più che, prima della marca, vanno considerati i fattori che abbiamo appena elencato e ovviamente anche il costo del dispositivo.

Prezzo

Il prezzo di un baby monitor oscilla dai 35 ai 200 Euro. Quest’ampio ventaglio di costi ci fa capire che in vendita ci sono modelli davvero basilari, così come modelli molto evoluti.

Così come ogni altro articolo, anche il prezzo del baby monitor riflette le specifiche del prodotto; facendo alcuni esempi, per l’acquisto di un baby monitor audio-video con visione notturna bisognerà pur sempre considerare di spendere qualche soldo in più, mentre per l’acquisto di un baby monitor audio senza comunicazione a due vie il costo potrebbe essere considerevolmente minore.

Scrivi una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *