Le migliori stufe a bioetanolo del 2017

Le stufe a bioetanolo sono uno dei migliori sistemi di riscaldamento per chi ama l’ambiente, non ha tempo per la manutenzione e vuole risparmiare.

Una stufa al bioetanolo, come la nostra preferita, la stufa a bioetanolo Ruby Unika di Tecno Air System, non necessita di canna fumaria, contrariamente agli impianti di riscaldamento classici e le stufe a pellet.

La migliore!
Stufa bioetanolo Ruby Unika di Tecno Air System
Un connubio perfetto fra design, calore e praticità. Stufa bioetanolo Ruby Unika di Tecno Air System
Qualità al top, non potrete fare a meno di vedervi già rilassati al calduccio a leggere un magnifico libro in poltrona guardando la sua calda fiamma.
Scopri l'offerta

Il bioetanolo è un alcol prodotto dalla fermentazione degli scarti agricoli zuccherini, come il mais o la canna da zucchero. E’ lui a rendere altamente ecologiche tutte le stufe a bioetanolo in commercio. Vediamo come e in che modo scegliere la più adatta a noi.

5 fattori decisivi per la scelta delle stufe a bioetanolo

Sul mercato esistono stufe al bioetanolo di vari tipi: si può scegliere fra stufe a bioetanolo ventilate e non, con un design accattivante o stufe a bioetanolo comuni con estetica classica. Possono essere molto potenti oppure di piccole dimensioni per scaldare ambienti ristretti.

Sono cinque gli elementi essenziali per valutare una stufa bioetanolo: le dimensioni dell’ambiente da scaldare, l’efficienza energetica del singolo prodotto sulla base dei consumi orari, le caratteristiche del design, la presenza o meno di una ventola e naturalmente il prezzo.

Dimensioni della stanza da scaldare

C’è subito una cosa da dire: le stufe a bioetanolo scaldano in maniera uniforme la stanza dove vengono collocate, ma non sono adatte neanche ad intiepidire grandissimi ambienti o abitazioni intere. Per strutture di grandi dimensioni meglio scegliere altri metodi di riscaldamento.

L’area di azione delle stufe a bioetanolo va di solito da 30 a 60 mq, a seconda dell’efficienza energetica e della potenza dell’oggetto. Ad esempio, una stufa bioetanolo da 2000W è adatta a fornire calore ad un vano attorno ai 32 mq, mentre una da 4000W può sfreddare aree chiuse anche da 60 mq. Questo è l’aspetto più importante della scelta.

dimensione-della-stanza-da-scaldare

Potenza ed efficienza energetica

Il bioetanolo è un combustibile non derivato dal petrolio. Grazie a questa sua caratteristica non produce, alla combustione, ceneri e fumi, perciò le stufe a bioetanolo non hanno bisogno di canna fumaria.

Questo alcol ha una potenza, espressa in W/h o Kw/h, che oscilla fra 3 e 4 Kw. Ciò determina, nelle stufe bioetanolo, un costo orario medio di 1,30 €.

Solitamente, le stufe da 3Kw sono fornite di un serbatoio da 1,5 l, ed hanno quindi un’efficienza ed autonomia di 8 ore e 30 massime di riscaldamento. Al crescere della potenza aumentano anche le dimensioni del serbatoio, l’area riscaldabile ed i consumi orari.

Perciò, quando scegliete, tenete molto bene conto delle vostre reali esigenze: terrete accesa la stufa bioetanolo solo pochissime ore al giorno per una ristrettissima taverna? Non ha senso allora acquistare una stufa a bioetanolo da 4000 W.

Design

Certamente gli aspetti tecnici sono importanti, ma una stufa a bioetanolo deve anche fare la sua figura, fornendo anche calore emotivo con la sua bella fiamma: dopotutto è un oggetto di arredamento e può essere, con le dovute accortezze, acquistato anche solo per questo motivo.

Disegn-della-stufa-a-bioetanolo

Di recente sono nate stufe dalle linee stupende, dal design accattivante e moderno (come anche i caminetti a bioetanolo, bellissimi…) e dalle funzionalità ipertecnoliche.

La bella
Purline di Silenus NERO
Non ha bisogno di installazione Purline di Silenus NERO
R2D2 ti aspetta per scaldare occhi, cuore e stanza
Scopri l'offerta

Ne sono un esempio la stufa bioetanolo Ruby Premium elettronica SB 300 R della DCK oppure la meravigliosa Silenus Pureline. Top di settore, è talmente bella e simpatica che entrando nella stanza attira l’attenzione come se vi trovaste di fronte all’ultimo restyling di del robot R2D2 di Star Wars.

Ventilazione

Esistono due tipologie di stufe a bioetanolo: le ventilate e le statiche. Le prime hanno una ventola che diffonde esternamente il calore. Di solito permettono di raggiungere una maggiore uniformità nel riscaldamento, e sono preferibili per stanze molto grandi.

Non è comunque da sottovalutare anche l’attività delle statiche che, nelle giuste condizioni, sono comunque molto efficienti e non hanno nulla da invidiare ad una stufa a bioetanolo ventilata. Inolltre, in linea di massima, costano un po’ meno.

Stufe a bietanolo prezzi

Per quanto meravigliosa e tecnologica una stufa a bioetanolo possa essere, spesso non vale la pena spingersi a spese stratosferiche per accaparrarsi un oggetto di puro design.

Le stufe bioetanolo posso avere un costo molto variabile, dai 300 ai 1600 , valori non sempre corrispondenti alla qualità del prodotto.

Il consiglio generico è quindi di analizzare bene le proprie reali esigenze ed acquistare un prodotto prima di tutto efficiente dal punto di vista energetico, per evitare spese inutili aggiuntive in carburante. L’estetica consideratela dopo.

Non temete; le nostre proposte si aggirano quasi tutte attorno ai 400-600 €, spesa sufficiente ad ottenere un oggetto rispettabilissimo.

La migliore stufa a bioetanolo

La migliore stufa al bietanolo, per qualità, design, efficienza, versatilità è la stufa a bietanolo Ruby Unika di Tecno Air System.

La migliore!
Stufa bioetanolo Ruby Unika di Tecno Air System
Un connubio perfetto fra design, calore e praticità. Stufa bioetanolo Ruby Unika di Tecno Air System
Qualità al top, non potrete fare a meno di vedervi già rilassati al calduccio a leggere un magnifico libro in poltrona guardando la sua calda fiamma.
Scopri l'offerta

Una piccola meraviglia, una stufa a bioetanolo ventilata che permette di scegliere fra tre velocità grazie al comodo telecomando. Disponibile in tre colori, nero opaco, bianco e bordeaux, è davvero ottima!

Ha una potenza di 3 Kw e ha una potenza di riscaldamento fino a 100 mq ben diffuso all’interno della stanza.

La stufa a bioetanolo Ruby Unika ha un serbatoio da 2 litri, che gli conferisce un’autonomia di circa 7 ore totali con il pieno di bioetanolo.

La qualità è indiscutibile e la praticità è davvero ottima. I piedini regolabili ne permettono un posizionamento ideale e la possibilità di regolarne la ventilazione garantisce sempre il calore perfetto per l’ambiente.

Fra i piccoli optional troviamo il contenitore porta essenze che permette di aggiungere degli oli essenziali così da diffondere il proprio profumo preferito all’interno della stanza.

Tutto questo a un prezzo di circa 567 € che sono ben giustificati dalla qualità della stufa!

Se si vuole optare per una stufa ancora più compatta, o si ha un budget un po’ più ristretto, nessun problema!

La migliore, più piccola
Stufa bioetanolo GMR.Trading Fiammetta Junior 3000 W
Fenomenali poteri cosmici...in un minuscolo spazio vitale Stufa bioetanolo GMR.Trading Fiammetta Junior 3000 W
Disponibile in vari colori, riuscirete a vedervi già rilassati al calduccio in poltrona guardando come con la sorella Fiammetta
Scopri l'offerta

L’alternativa, quasi identica, è la stufa a bioetanolo statica GMR.Trading Fiammetta Junior. Da 3 Kw, è più piccola (65x40x38 cm) ed ha un peso inferiore. Non per questo ha una minor potenza ed è fornita di tutti gli optionals della suddetta Ruby Unika.

La stufa a bioetanolo più bella di tutte                         

Magari non avrà la superpotenza, ma è lei, la stufa bioetanolo Silenus Pureline, la reginetta delle stufe per grazia e bellezza.

Ok, non siamo a un concorso di bellezza, ma vi assicuriamo che la linea di design merita di dare un’occhiata a questo prodotto dal prezzo elevato ma che darà qualcosa in più alla vostra casa.

La bella
Purline di Silenus NERO
Non ha bisogno di installazione Purline di Silenus NERO
R2D2 ti aspetta per scaldare occhi, cuore e stanza
Scopri l'offerta

La Silenus Pureline, a causa dell’estetica supercurata ha un costo piuttosto elevato, perciò in tutto e per tutto è da considerarsi un elemento di arredo. Non necessita di installazione fortunatamente. Ha anche una buona potenza da 3000W, un serbatoio da 1,5 litri, è realizzata in acciaio Inox e più essere completata con numerosi accessori aggiuntivi.

Insomma, non è un puro capriccio.

La più economica ventilata

Fino ad ora abbiamo parlato solo di prodotti statici, privi di ventola.

Di solito le stufe a bioetanolo ventilate costano di più rispetto alle statiche ma la soluzione c’è e si chiama stufa a bioetanolo ventilata modello Smart Tecno Air System. Non costa solo poco per la sua categoria ma è anche compatta.

Ha una struttura stondata con solo la porzione davanti piatta. Occupa uno spazio di appena 47x36x52,5 cm e se ne può regolare l’altezza.

prezzo basso
Tecno Air System Stufa a Bioetanolo Smart Ventilata 2300W Bordeaux
Una ventilata economica Tecno Air System Stufa a Bioetanolo Smart Ventilata 2300W Bordeaux
Un design semplice con prestazioni ottime
Scopri l'offerta

Oltre ad essere munita di simpatici optionals come il contenitore porta essenze permette di regolare, grazie alla ventola, l’intensità della fiamma.

Ha un design un po’ assolutamente moderno, anche se semplice, ed è facile da pulire.

Criteri per la scelta

Per la scelta dei prodotti migliori ci siamo affidati ciecamente all’opinione degli utenti, perché consideriamo queste le uniche vere e realistiche fonti di informazione.

Le migliori stufe al bioetanolo secondo la community sono state confrontate in tutti i loro aspetti tecnici ed estetici, oltre che di immediata disponibilità nei maggiori e-commerce, ed alla fine è stato piuttosto facile eleggere le migliori in assoluto presenti sul mercato.

La manutenzione

C’è da ricordare che le stufe a bioetanolo devono essere sempre trattate con cura per non dover effettuare spese eccessive di manutenzione, o addirittura un nuovo acquisto in tempi troppo ravvicinati.

Per evitare tutto ciò basterano dei semplici accorgimenti:

  • Non versare il biocombustibile nel bruciatore quando è ancora caldo.
  • Non far asciugare mai completamente il tampone di lana che costituisce parte del bruciatore. Andreste poi a consumare di più negli usi successivi della stufa a bioetanolo.
  • Mantenere le taniche di bioetanolo in un luogo fresco ed asciutto. E’ un alcol, potrebbe evaporare e provocare esalazioni spiacevoli.

Questo è quanto è importante sapere. Ora lasciamo a voi la scelta del miglior strumento per godervi il calduccio.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here