Stucco veneziano: cos’è e come si fa

0
53
visualizzazioni
stucco veneziano

Se ami lo stucco veneziano, sapere come si fa e come si applica può essere molto utile. In molti casi il fai da te non porta ottimi risultati, ma nel caso dello stucco veneziano sì e lo consigliamo.



Stucco veneziano: caratteristiche principali

Quando si parla di stucco veneziano si intende una tecnica di decorazione delle pareti molto raffinata ed elegante. Proprio per questo motivo, in molti la scelgono per abbellire le proprie case e per renderle molto più interessanti e d’impatto.
Come detto, solitamente lo stucco veneziano viene realizzato da mani esperte ma, lo sottolineiamo nuovamente, può essere realizzato anche con il fai da te. Prima di capire come, però, è utile andare a elencare quelle che sono le caratteristiche principali di questo elemento decorativo.


Iniziamo con il dire che lo stucco veneziano si ottiene da una miscela di alcuni componenti come, ad esempio, calce aerea, grassello di calce e una polvere a base di marmo molto fine. Sebbene chi è specializzato in questo tipo di stucco crei la propria miscela personalmente, per chi vuole realizzare dello stucco veneziano fai da te, ci sono dei prodotti già pronti.

Tutte le miscele utilizzate sono traspirabili e resistenti alle muffe e ai batteri e questo è un aspetto molto importante, dato che le nostre case possono essere soggette a questi problemi che sono molto fastidiosi da risolvere.

stucco veneziano

Come fare lo stucco veneziano

A questo punto, ci si deve porre questa domanda: come fare lo stucco veneziano? Possiamo dire che, applicando questo tipo di stucco, il risultato che si ottiene è davvero unico: una superficie molto liscia, che ha solitamente un effetto di rilievo. Come si ottiene tutto ciò?

L’effetto lucido si ottiene facendo tre passate di prodotto, che verranno stese l’una sull’altra. Il tutto deve essere fatto con il valido aiuto di una spatola, elemento fondamentale per fare lo stucco veneziano.  L’effetto luminoso, invece, si ha con l’ultima mano di prodotto.
Dopo aver applicato la miscela, quindi, si effettua una lucidatura a secco. Questa viene realizzata con cera d’api e, successivamente, la superficie trattata si strofina con un panno di lana.

Attenzione perché, dopo l’applicazione, lo stucco veneziano va manutenuto come si deve. Ogni due anni si devono trattare le pareti con un prodotto sgrassante diluito in acqua calda e, immediatamente dopo la pulizia, si deve passare di nuovo la cera, in modo da restaurare la lucentezza dello stucco.

Se si opta per lo stucco veneziano fai da te, oltre che di pazienza, ci si deve armare di guanti, spatola e tintura apposita. La miscela si acquista nei negozi specializzati. Si deve ricordare che, per iniziare, tutte le pareti devono essere rese lisce. Il tutto si fa con una mano di stucco a base di calce, anche detto rasatura. Dopo questo primo step, si applica una base di isolante, si lascia asciugare e si riparte dall’inizio, provvedendo a una nuova rasatura.

Dato che i materiali si acquistano già pronti, lo stucco veneziano fai da te non è così difficile da realizzare e da applicare: in questo modo, inoltre, si potranno anche personalizzare i risultati!



LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here