Le migliori reti a doghe del 2018

Anche se il materasso è la porzione del letto che più di tutte influenza la qualità del sonno, la rete svolge un ruolo essenziale di supporto. Anche se esistono vari tipi di basi da letto, le reti a doghe sono oggi considerate le migliori per sostegno e resistenza.

Ne esistono però di moltissimi materiali e tipologie, da selezionare sulla base di alcuni fattori fondamentali.

Come scegliere reti a doghe: 5 fattori per andare sul sicuro

Reti e materassi sono due oggetti di arredamento e vita quotidiana che devono essere sempre selezionati in associazione.

Un materasso in lattice o memory, di qualità eccelsa, può provocare più danni che benefici alla colonna vertebrale se non affiancato alle giuste doghe per letto.

Nel mercato ve ne sono di moltissime tipologie, pensate per problematiche di salute specifiche (come l’obesità) o semplicemente per arredare a basso costo una stanza degli ospiti.

E’ essenziale scegliere con cautela le doghe più adatte alle proprie esigenze, valutando attentamente 5 parametri fondamentali: dimensione, materiale, meccanismi di sollevamento, accessori in più e il marchio di fabbricazione.

Materiale

reti a doghe legno delle doghe

Una rete per il letto deve riuscire il più possibile a sostenere il peso del materasso e del corpo durante tutto il sonno, senza cedimenti nella struttura.

Ciò è possibile solo se la base a doghe è costituita da un materiale sufficientemente resistente, conformato in modo da scaricare a terra le sollecitazioni.

Anche se la rete a molle non sempre è una scelta di scarsa qualità, ad oggi le migliori restano le reti a doghe in legno.

Essendo leggermente più rigide permettono un sostegno più deciso della schiena, prevenendo fastidiosi dolori mattutini.

Se costituite da legni fragili in effetti hanno il difetto di potersi rompere con sollecitazioni troppo aggressive. Ma ciò avviene solo lo spessore delle doghe in lego non è adeguato.

Vale lo stesso per la larghezza ed il numero di liste di legno.

Il numero e larghezza delle doghe nelle reti da letto

Le doghe in legno per letti devono essere sempre in numero adeguato alla dimensione della struttura.

In linea di massima, più sono più sarà elevata la qualità del sonno.

Ad ogni modo il consiglio è quello di scegliere sempre reti per letti con non meno di 15 doghe.

Anche lo spessore è essenziale. Una rete a doghe larghe è più adatta a chi preferisce dormire su materassi saldi e leggermente rigidi.

Per chi invece ama il morbido sono più adatte le reti in legno a doghe strette, o anche quelle regolabili.

Dimensione del letto

base letto singola

Naturalmente, una rete a doghe matrimoniale deve avere caratteristiche differenti da quelle di una rete singola a doghe.

Qual’è l’aspetto al quale maggiormente fare attenzione nell’ambito delle dimensioni? La curvatura del legno che costituisce le doghe, associata anche allo spessore della base

Una curvatura minore può andare bene per una rete 120×200, ma non è adeguata ad un letto matrimoniale da 180×200 cm .

Allo stesso modo, per evitare instabilità della struttura si consiglia di scegliere una rete con doghe fra i 60 ed i 70 cm di spessore, materasso compreso.

Accessori reti a doghe: ce ne sono di essenziali?

Se non si considera il motore un accessorio, nessun optionals associato alla base è veramente essenziale.

Gli optionals che è più frequente trovare sono le ruote o gli ammortizzatori.

Proprio come un’auto, esistono reti da letto a doghe rivestite alle estremità con materiali plastici. Questi servono a scaricare sulle gambe tutti i movimenti del corpo.

Di fatto, questi ammortizzatori in gomma aumentano il “molleggiamento” del materasso.

Le basi di questo tipo sono adatte a chi non soffre di mal di schiena o a patologie per le quali è necessaria una forte ammortizzazione del carico sulla struttura del letto: come l’obesità.

Le reti a doghe possono essere poi acquistate separatamente dalle gambe del letto, per ottenere effetti particolari di design. In questo caso la scelta è puramente estetica.

Meccanismi di sollevamento

reti a doghe pieghevoli

Questo è probabilmente, assieme alla scelta del materiale, uno dei punti più importanti in assoluto nella selezione di una rete a doghe.

Il letto reclinabile è nato come prodotto terapeutico, o di lusso, ma è oggi diventato qualcosa di accessibile a tutti.

Di certo, le reti motorizzate hanno un costo leggermente più elevato, anche solo per la presenza di cardini in più, rispetto alle basi standard, e di un telecomando.

Ormai non i può più comunque parlare di prodotti di lusso. Una rete a doghe elettrica può essere davvero una scelta soddisfacente, perché si adatta perfettamente alle esigenze ed ai dolori specifici delle giornate più o meno faticose.

Non è però una spesa essenziale, a meno che non si sia acquistato un materasso apposito o si desiderino reti ortopediche a doghe per patologie speciali.

Per chi ha bisogni terapeutici ma un piccolo budget c’è anche la possibilità di acquistare reti regolabili manualmente: un po’ più laboriose ma altrettanto funzionali.

Il marchio di fabbricazione

Quando si acquistano reti e doghe, per sicurezza è sempre preferibile affidarsi a marchi conosciuti, con una certa esperienza nel tempo.

Quelli che oggi si sono maggiormente distinti, e vengono preferiti dai consumatori sono Neoplano e Falomo, ma di recente anche altri brand più economici hanno invaso il mercato.

Ottime per qualità prezzo sono le doghe ikea, marchio ormai impresso a fuoco nella mente dei consumatori per la capacità di creare case di design a basso costo.

Questi nomi sono preferiti oggi, principalmente, nell’ambito degli acquisti in negozio.

Per le scelte online affidarsi alle nostre proposte selezionate e recensioni, scegliere sarà una cosa da fare ad occhi chiusi.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here